Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza con il 4-3-3

Cosenza con il 4-3-3

Cinque reti in partitella. Marano e Arcidiacono brillano e potrebbero essere schierati al fianco di Mosciaro nel prossimo match. Piromallo ai box per riposo precauzionale.

marano_con_il_ribera

Andrea Marano pronto al rientro in campo dal primo minuto (foto mannarino)

Test amichevole questo pomeriggio per il Cosenza che al San Vito ha affrontato i terribili lupacchiotti della Juniores. Gagliardi ha confermato le indiscrezioni che avevamo raccolto ieri, schierando in campo un 4-3-3. L’assenza di Parisi, appiedato dal giudice sportivo, ha convinto il tecnico a schierare la difesa a quattro per avere più copertura nel pacchetto arretrato. Spazio quindi a Fabiano fra i pali con Fiore a destra e Liotti sulla corsia opposta. Al centro Sicignano ha fatto coppia con Varriale ma non è da escludere l’impiego di Parenti. Nel centrocampo a tre il tecnico ha schierato Benincasa con Pesce ed ha visto all’opera De Cicco che ha preso il posto di Piromallo, tenuto precauzionalmente a riposo. Il ragazzo ha avvertito un piccolo dolore causato da una lieve contrattura ma le sue condizioni non preoccupano. In avanti invece, Mosciaro ha giostrato da punta centrale, con Marano a destra e Pietro Arcidiacono a sinistra. Potrebbe essere questo quindi l’undici con cui Gagliardi proverà a portar via tre punti al Sambiase. Il dubbio è fra Varriale e Parenti al centro e pare che Piromallo sia in grado di recuperare e riprendersi di fatto un posto nella mediana rossoblù. Dall’altra parte Trocini ha risposto con Straface fra i pali; Akuku, Rocca, Marchio e Filidoro in difesa; Volpe, Carbonaro e Rino a centrocampo e Le Piane, Reda e Libertini in avanti. Per la cronaca, il match si è concluso per cinque reti a zero. Sugli scudi Marano e Arcidiacono, entrambi autori di una doppietta. Il pokerissimo lo ha chiuso Varriale con un tap in vincente sugli sviluppi di un corner. L’infermeria intanto non si svuota. Guadalupi e Franzese non hanno recuperato, mentre Salvino sta meglio e le sue condizioni saranno monitorate attentamente.  (Francesco Palermo)

Related posts