Tutte 728×90
Tutte 728×90

Arcidiacono diffidato tre anni. Tifoseria in subbuglio

Arcidiacono diffidato tre anni. Tifoseria in subbuglio

Clamorosa decisione della Questura di Catanzaro che iinfligge un Daspo al calciatore del Cosenza che così paga a causa di un gesto “che non voleva offendere nessuno”.
arcidiacono_sul_lago
La Questura di Catanzaro ha chiesto alla Digos di Cosenza di compiere una serie di accertamenti per verificare eventuali responsabilità di altre persone nella vicenda del calciatore che ha mostrato una maglietta con la scritta “Speziale innocente”. Il giocatore Pietro Arcidiacono, infatti, dopo avere segnato il gol, è andato verso la panchina dove il fratello Salvatore, anche lui giocatore del Cosenza, gli ha passato la maglia incriminata. Alla Digos di Cosenza è stato anche trasmesso il Daspo emesso dal Questore di Catanzaro affinché sia notificato al giocatore. Gli agenti del Commissariato di polizia di Lamezia Terme, città in cui si è giocata la partita durante la quale Arcidiacono ha mostrato la maglietta, intanto, hanno inviato una relazione alla Procura per verificare se sussistano estremi di reato nel comportamento del calciatore. E’ quanto è stato diramato dall’Ansa. La tifoseria del Cosenza è in subbuglio e non sono escluse proteste di sostegno al proprio calciatore, che per la stragrande maggioranza dei sostenitori come testimonia il nostro sondaggio, ha semplicemente espresso un’idea. Prevista dalla Costituzione.  (Luigi Brasi)

Related posts