Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza, quanti movimenti. Ed anche Martone torna di moda

Cosenza, quanti movimenti. Ed anche Martone torna di moda

Nella lista non solo Tiscione e Saraniti, ma anche Manco della Casertana e il mediano Manzillo che con la Gelbison segnato al San Vito. Sempre attenzionati Franza e Paonessa.

martone_a_cosenza

Martone in un match dello scorso campionato contro il Cosenza (foto mannarino)

Il messaggio lanciato in conferenza stampa da Gagliardi non resterà inascoltato. Almeno così pare. Fiore e Leonetti sono da tempo alle prese con relazioni di vario tipo su una serie di calciatori che, dopo la chiusura del mercato estivo, avrebbero dovuto completare l’organico a disposizione di Gagliardi. La squalifica di Pietro Arcidiacono ha complicato le cose, rendendo necessario l’ingaggio anche di un esterno di uguale qualità. L’orientamento del ds e del suo braccio destro si è rivolto immediatamente su Filippo Tiscione (26) del Città di Messina, tanto che i giornali siciliani parlano dei contatti con la città dei Bruzi quasi ogni giorno. Il procuratore però nega ogni trattativa per lui e per Andrea Saraniti (24), di cui però parleremo più avanti. La classifica del Città di Messina non ha subito l’impennata che qualcuno si aspettava in riva allo Stretto ed un passo falso domenica a Paola contro il Montalto, potrebbe essere accompagnato da qualche addio eccellente. L’alternativa a Tiscione c’è già ed è Gaetano Manco (30) della Casertana, club che è stato costretto dagli scarsi risultati a modificare i propri obiettivi. Manco è un’ala classica che vanta ottime referenze e che nel 2009-2010 segnò un gol al San Vito in un Cosenza-Real Marcianise 1-1 (pareggiò Danti al 95′) in cui era in campo Stefano Fiore. Lui vuole cambiare aria e verrebbe di corsa in Calabria. Per quanto riguarda la punta centrale, Saraniti domenica, dopo il gol (inutile) siglato al Giraud contro il Savoia, si è lasciato andare ad un gesto di esultanza polemica. La società ha negato che fosse diretto ai vertici del club, parlando di una risposta ad alcune critiche ricevute sui social network. Comunque sia piace al Cosenza, ma non è l’unico perché Antonio Del Sorbo (28) del Gladiator fa gola non solo ai rossoblù. Nell’elenco è ritornato prepotentemente Luca Martone (26), da sempre in cima alla lista dei desideri dei rossoblù. C’è stato un nuovo scambio di battute tra le parti e pare proprio che la sua avventura con il Sant’Antonio Abate sia arrivata al capolinea. In estate non arrivò per questioni di budget, adesso, con un campionato da vincere, le carte in tavola potrebbero cambiare di colpo. Movimenti in entrata anche a centrocampo. Francesco Paonessa (31) è in uscita dal Montalto e sarebbe la controfigura perfetta di Benincasa, ma occhio a Damiano Manzillo (26) della Gelbison: ha colpito tutti non solo per il gol realizzato qualche settimana fa, ma anche per il modo di stare in campo. Per il ruolo di portiere Alen Frlez (18) è destinato a tornare al Chievo Verona a gennaio, ma negli ultimi giorni del mercato di D il Cosenza potrebbe accordarsi con il Grosseto per il ritorno di Nunzio Franza (19). I toscani sono stati chiari da tempo: il trasferimento, seppur a titolo temporaneo, avrebbe un costo. Il 3 dicembre si provvederà a mettere sotto contratto il terzino Francesco Filidoro (18) che già si allena da tempo col gruppo. Nel frattempo è da segnalare il divorzio tra l’Acr Messina e Julio Cesar de Leon (36): l’honduregno non ha gradito l’ennesima sostituzione. (Luigi Brasi)

Related posts