Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza, sul sintetico Gagliardi insiste su Le Piane

Cosenza, sul sintetico Gagliardi insiste su Le Piane

I rossoblù sembrano orientati a schierare il tridente. Nessun problema per Fiore e Salvino che erano usciti acciaccati dalla partitella infrasettimanale a Paola.

torello_sanvitino

I calciatori rossoblù durante un torello al Sanvitino (foto mannarino)

Seduta mattutina per il Cosenza che si è allenato sul terreno di gioco della Popilbianco. Gagliardi vuole evitare rischi e testare tutte le soluzioni a sua disposizione in vista di Licata ed anche oggi ha effettuato diverse prove. Arrivano conferme relative al modulo ed anche l’undici che affronterà i siciliani sembra ormai pronto. Dal primo minuto dovrebbe partire il giovane Le Piane, schierato nel tridente offensivo. Si andrà di fatto verso il 4-3-3 per coprirsi meglio dagli esterni del Licata e dare più spinta alla manovra offensiva. Fiore e Salvino hanno recuperato e saranno sicuramente impiegati nell’undici titolare. Il centrocampista pare aver vinto il ballottaggio con Piromallo mentre in difesa, al fianco di Parisi, dovrebbe essere schierato Sicignano, con Parenti in panchina. Sul campo il tecnico ha fatto lavorare i suoi con la sfera chiedendo di pressare i portatori avversari e di cercare gli esterni Marano e Le Piane. Poi le prove con i titolari. Straface difenderà i pali della porta rossoblu dietro alla difesa che sarà composta da Fiore e Varriale sulle corsie esterne e Sicignano e Parisi in mezzo. A centrocampo Benincasa, Pesce e Salvino avranno il compito di innescare Mosciaro che sarà affiancato da Le Piane e Marano. Resta ancora da valutare il recupero di Guadalupi che potrebbe andare in panchina. Intanto anche Keba Gassama è pronto al rientro. L’attaccante senegalese partirà domani con la Juniores e potrebbe giocare almeno un tempo. Con lui andranno anche Bria e Akuku. Itanto dalla Procura Federale si è appreso che nella giornata di ieri è stato presentato il ricorso di Pietro Arcidiacono. Il calciatore si difenderà affidandosi ad uno studio legale della città. (Francesco Palermo)

Related posts