Tutte 728×90
Tutte 728×90

Pallavolo, Cosenza cerca il riscatto con Monterotondo

Pallavolo, Cosenza cerca il riscatto con Monterotondo

Domenica al “PalaFerraro”la DeSetaCasa affronterà la formazione laziale. Una sfida che mette in palio tre punti importantissimi sia per i calabresi che per i capitolini.

colarusso_un_bagher

Colarusso in bagher durante un match della DeSetaCasa (foto rosito)

La sconfitta subita contro la capolista Casandrino può starci e non deve abbattere,né sconfortare. Piuttosto deve servire da lezione e rappresentare un punto di riflessione. Il team rossoblù, lo ribadiamo, non ha giocato male, tutt’altro, ha lottato ed è partita con il miglior approccio mentale ovvero quello di poter portare a casa almeno qualche punticino. Ma così non è stato e, di certo,almeno ad oggi, Cosenza ha dimostrato di non reggere e duellare alla pari con le squadre primeggianti in campionato. Tuttavia, ogni partita ha una storia a sé. Ogni campionato preserva delle sorprese e Cosenza ha tutti i mezzi per poter stupire. Se diamo uno sguardo alla classifica del girone C noteremo come quest’ultima stia assumendo sempre più una precisa fisionomia e, di guisa, tre importanti dati ponderali risaltano alla vista : Casandrino è la principale indiziata alla vittoria del campionato inseguita da Casarano e da una Materdomini Castellana sempre più proiettata al salto di categoria (che nel frattempo ha ufficializzato l’ingaggio del forte schiacciatore Fosco Cìcola, giocatore di categoria superiore che va ad affiancarsi al favoloso Maurizio Castellano); la Domar Altamura e Reggio Calabria appaiono le serie candidate alla retrocessione in B2; infine, grande equilibrio al centro, livellato su dieci squadre tutte racchiuse in cinque punti. Cosenza e Monterotondo sono fra queste. Si riparte, dunque, proprio da un avversario ostico e di categoria, anch’essa ,come Casandrino, costruita per vincere ma che ad oggi ha sorpreso in negativo paventando parecchi difetti e non poche difficoltà. Tra le loro fila militano giocatori di spessore come l’opposto Di Manno, ex Milano, i fratelli polacchi Czekiel (Bart e Jakub) che opereranno al centro e la giovane promessa Elvin Hoxha classe ’92. Gli uomini di Spanakis, allenatore-giocatore con trascorsi a Roma e Latina in A1, arriveranno in Calabria pronti a rialzarsi dalla sconfitta subita contro Casarano,diretta concorrente alla promozione, e conquistare i tre punti per ritornare immediatamente in zona playoff. In definitiva, una partita affascinante ma difficile per Di Fino e soci. Perderla significherebbe ritrovarsi nel ‘mare magnum’ della zona retrocessione e ciò lo si vuole assolutamente scongiurare. Arbitri dell’incontro saranno i sigg. Cavalieri di Catanzaro e Rizzica di Reggio Calabria.  (Pasquale Marzocchi)

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it