Tutte 728×90
Tutte 728×90

Gagliardi: “Licata primo di quattro match ball”. Venti convocati

Gagliardi: “Licata primo di quattro match ball”. Venti convocati

Il tecnico del Cosenza: “Inizia un ciclo che ci darà indicazioni importanti. Da domani campiremo se siamo carne o pesce. I siciliani in casa danno qualcosa in più”.

gagliardi_a_patern

L’allenatore Gianluca Gagliardi ha messo in guardia i suoi uomini

Rifinitura sul sintetico e partenza per Licata. Questo il menù del Cosenza. In mezzo le parole del tecnico dei Lupi che ha lanciato tanti messaggi interessanti. Partendo dall’analisi di una gara che può nascondere delle insidie. “Dobbiamo essere cinici – inizia il tecnico – perché abbiamo i mezzi per creare tanto e dobbiamo capitalizzare le azioni che costruiremo. Giocheremo con la difesa a quattro e il tridente. L’infortunio di Liotti ci costringe a rivedere qualcosa ma le idee sono chiare. Ho tre under del 1994, oltre a Reda che potrebbe essere una soluzione interessante a partita in corso. Al di là degli schemi però servono motivazioni. Voglio una squadra cattiva e pronta a strappare punti da questa trasferta”. Poi sul Licata aggiunge. “Da quando c’è Pippo Romano in panchina la musica è cambiata. Subiscono meno gol e sono pericolosi nell’uno contro uno, specialmente sulle corsie laterali. E’ vero che hanno la difesa più battuta del torneo ma c’è da considerare anche che tredici gol li hanno subiti solo in tre gare. Dobbiamo restare concentrati e fare il nostro calcio”. Attenzione però al terreno in erba sintetica. “A me piace tanto. La differenza credo che non risieda nell’abilità di sapersi muovere sul manto artificiale. Credo che sia questione di abitudine. Loro giocano sul questa superficie e conoscono pregi e difetti. Può aiutarli”. Sui singoli invece ribadisce il concetto. “Guadalupi parte con noi ma bisognerà capire se potrà andare in panchina. Senza di lui mancherà qualcosa nel gioco palla a terra e nelle verticalizzazioni. Su Arcidiacono ho già detto ciò che penso. E’ una assenza pesante”. In chiusura Gagliardi accende la gara e i prossimi incontri. “Abbiamo il primo di quattro match ball. Licata prima, poi Messina, Savoia e l’ultimo impegno che chiuderà il girone d’andata. Bisogna fare bene perché già ora il campionato potrebbe assumere una fisionomia interessante. Dobbiamo sprintare adesso e fare punti pesanti. Dopo questi incontri capiremo se siamo carne o pesce”. I convocati sono venti: Straface, Perri, Parisi, Sicignano, Parenti, Varriale, Scigliano, .Benincasa, Pesce, Piromallo, Fiore, Arcidiacono S, Naccarato, De Cicco, Guadalupi, Mosciaro, Le Piane, Reda, Marano e Salvino.  (f. p.)

Related posts