Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza, altre prove sul sintetico. Preoccupa Fiore

Cosenza, altre prove sul sintetico. Preoccupa Fiore

Gagliardi ha fatto effettuare ai suoi un’unica seduta. Il maltempo e il campo in cattive condizioni, rischiano di condizionare la preparazione Fiore ancora out. Il mister prova gli under.
allenamento_novembre
Non è un momento semplice in casa Cosenza perché i Lupi sono alle prese con gli allenamenti in vista del big match con il Messina. Lo scontro non sarà decisivo, ma i rossoblù hanno la possibilità di agganciare i peloritani e l’obbligo di non lasciarli scappar via in classifica. Gagliardi non vuole quindi distrazioni e deve evitare infortuni. L’allenamento odierno infatti, si è svolto nella struttura del Real Cosenza sul manto erboso artificiale. Il sanvitino in cattive condizioni e il maltempo che ha colpito la città, rischiano di compromettere l’avvicinamento alla gara e per evitare rischi, Parisi e soci hanno lavorato senza forzare troppo per non incorrere in ulteriori stop. C’è da risolvere intanto la situazione relativa ad Adriano Fiore. L’esterno anche oggi non si è allenato e stringerà i denti per essere della gara. La sua assenza, insieme a quelle pesantissime degli squalificati Arcidiacono e Parisi, costringerebbe Gagliardi a snaturare un modulo e perdere certezze. Il tecnico però non si fascia la testa e prova gli under per capire chi inserire. Anche oggi, dopo gli esercizi di riscaldamento, il mister ha verificato la tenuta della difesa, schierando il reparto arretrato a quattro. Potrebbe essere questa la soluzione da adoperare contro Corona e soci. Ogni idea tattica è ancora prematura, ma il probabile rientro di Guadalupi, potrebbe convincere il mister rossoblu ad adoperare il 4-4-1-1 che ha dato buone garanzie in passato o un modulo in grado di favorire l’estro del brindisino. In questo modo Gagliardi avrebbe più copertura in difesa, maggiore spinta sulle corsie esterne e diversi uomini pronti a far male con gli inserimenti. Probabile la convocazione di Filidoro dal primo minuto e non è da escludere che il ragazzo sia gettato nella mischia occupando il difficile ruolo affidato al giocatore del 1994. Intanto scalda i motori anche Keba Gassama. L’attaccate ha riassaporato il gusto di un match ufficiale giocando con la Juniores quattro giorni fa e i tecnici rossoblù non vogliono affrettare il suo rientro. In una situazione così delicata però, la sua fantasia potrebbe tornare utile a Gagliardi e una sua convocazione non è assolutamente da escludere. (f. p.)

 

Related posts