Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza, la capolista sei tu. Messina al tappeto (3-2)

Cosenza, la capolista sei tu. Messina al tappeto (3-2)

Mosciaro, Guadalupi e Salvino mandano ko un Messina duro a morire. Ora i Lupi sono primi in classifica. Prova maiuscola dell’undici rossoblù che supera lo scoglio più duro.

cosenza_e_messina_in_campo

Cosenza e Messina in campo (Foto Guido Crocco)


Il Cosenza aggancia il Messina in vetta dopo una partita al cardiopalmo e dopo aver avuto un vantaggio di tre reti, frutto di una magistrale conclusione di Guadalupi (un gol di di punta alla Romario), di un colpo fantastico di Mosciaro e del primo acuto in carriera di Salvino. I giallorossi hanno risposto con Quintoni e Corona mettendo paura al San Vito, ma i tre punti conquistati dai Lupi sono più che meritati visto la composizione dei due organici e la vasta gamma di scelta a disposizione di Catalano, surclassato dal punto di vista tattico da Gagliardi.

CRONACA.
1′: Gara appena iniziata. Calcio d’inizio affidato al Messina. Circa cinquecento i tifosi ospiti giunti al San Vito di Cosenza.
2′: Cross di Varriale che cerca Mosciaro in area. Il bomber del Cosenza non trova l’impatto con la sfera.
4′: Pregevole azione di Croce che dal limite dell’area stoppa di petto e calcia al colo. Straface è immobile ma la sfera termina fuori. 
6′: Colpo di testa di Chiavaro su corner per i giallorossi. Palla fuori.
10′ Cosenza vicino al gol Mosciaro dopo un’azione insistita di Marano. Miracolo di Lagomarsini
15′: Ci prova anche Cocuzza con un tiro da fuori area potente e preciso. La conclusione termina sulla schiena di Croce e carambola fuori. 
16′: Croce cade in area e reclama timidamente un calcio di rigore. L’arbitro lascia proseguire.
18′: Croce riceve palla in area e puo battere a rete ma Parenti in scivolata è determinante e riesce a deviare in fallo laterale la sfera.
20′: Cross di Guadalupi dalla destra e torre di Mosciaro. Marano prova la girata e colpisce al volto Chiavaro. Giallo per l’esterno rossoblù.
25′: Altre proteste dei siciliani su un tiro di Costa Ferreira respinto da Filidoro. I giallorossi reclamano il penalty ma il difensore rossoblù era vicinissimo all’attacante del Messina e sembra aver toccato la sfera con la schiena
33′: E’ il minuto del gol del Cosenza. Palla in profondità di Mosciaro che sorprende i difensori del Messina. Guadalupi si inserisce e con un bolide fulmina Lagomarsini. Grande rete del Cosenza.
36′: Ci prova Ignoffo di testa in mischia ma la sfera termina fuori.
40′: Mosciaro guadagna una punizione vicino alla bandiera del calcio d’angolo. L’attaccante la batte tesa in area, Lagomarsini 
44′: Il San Vito esplode. Mosciaro riceve palla dai trenta metri, dribbla un uomo e fulmina Lagomarsini con un bolide imprendibile dalla lunga distanza. E’ un gol pazzesco quello dell’attaccante rossoblù che piega la capolista.
45′: Termina il primo tempo con il doppio vantaggio dei padroni di casa.
46′: Si riparte. I tecnici non hanno operato cambi.
47′: Croce va giù su un cross dalla sinistra. L’arbitro lascia proseguire ma l’impressione è che l’attaccante ospite sia stato leggermente strattonato.
49′: Messina vicino al gol. Parachì calcia a botta sicura e la palla rimbalza sui piedi di Parenti. La sfera sembra indirizzata all’angolo basso ma carambola sui piedi di Straface.
52′: Il Cosenza chiude i conti. Contropiede e palla da Marano per Mosciaro, assist per Salvino e conclusione vincente. Il San Vito esplode per una squadra che sta disputando una grande gara.
53′: Catalano sostituisce Ferreira Costa e Cocuzza con Savanarola e Corona, sommerso dai fischi del San Vito.
59′: Salvino atterra Savanarola e guadagna una punizione da posizione defilata. Sulla sfera va Quintoni che calcia forte e teso. La barriera devia la sfera che supera Straface e si insacca.
61′: Primo cambio nel Cosenza. Fuori Guadalupi e dentro Paonessa, all’esordio in rossoblù.
75′: Il Messina accorcia ancora. Corona conquista palla in area, dribbla Parenti e insacca. 
85′: Cinque al termine più recupero. Il Messina spinge ma il Cosenza sventa tutte le offensive degli ospiti.
90′: Saranno quattro i minuti di recupero. Dentro anche Scigliano per Pesce.
94′: E’ finita. Prova maiuscola del Cosenza che stende il Messina.

Il tabellino:
COSENZA (4-3-1-2): Straface; Filidoro, Sicignano, Parenti, Varriale; Salvino, Benincasa, Pesce (91′ Scigliano); Guadalupi (61′ Paonessa); Mosciaro, Marano (77′ Piromallo). A disp.: Perri, Bruno, S. Arcidiacono, Reda. All. Gagliardi.
MESSINA (4-4-2): Lagomarsini; Caiazzo, Chiavaro (84′ Maiorano), Ignoffo, Quintoni; Parachì, Bucolo, Cicatiello, Ferreira (53′ Savanarola); Croce, Cocuzza (53′ Corona). A disp.: Cuda, Leo, Romano, Cucinotta. Allenatore: G. Catalano.
ARBITRO: Candeo di Este
MARCATORI: 33′ Guadalupi, 44′ Mosciaro, 52′ Salvino, 59′ Quintoni, 75′ Corona.
NOTE: Spettatori circa 2400 con circa 500 ospiti per un incasso di 16 mila euro. Ammoniti: Marano (C), Bucolo (M), Filidoro (C). Parachì (M), Cicatiello (M); Corner: 0-7; Recupero: 1′ pt – 4′ st

Related posts