Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza, Fiore torna in gruppo

Cosenza, Fiore torna in gruppo

Il calciatore rossoblù sembra aver smaltito il problema al ginoccchio e per domenica aspira ad una maglia. Varriale si è allenato da solo, mentre Cavallaro non può giocare.

marano_allenamento

Marano durante il riscaldamento al Sanvitino. Il Mago sarà titolare (foto mannarino)

Nessun viso nuovo nemmeno questo pomeriggio al Sanvitino. Il mercato impazza in tutto il girone I, meno che a Cosenza. “Bisogna aspettare” è ormai il ritornello più gettonato dalle parti di Viale Magna Grecia. Che siano congelate tutte le trattative o che si tratti di una strategia vera e propria (se ne parla meglio qui), il fatto certo è che se tra stasera e domani mattina non sarà tesserato improvvisamente qualcuno, Gagliardi si ritroverà al punto di partenza dopo due settimane di abboccamenti (almeno per quanto concerne il sostituto di Arcidiacono e un centravanti in grado di far rifiatare Mosciaro, ndr). Al Sanvitino si continua a preparare nei minimi dettagli la sfida al Savoia del tecnico Amura, una gara per nulla semplice. Il pericolo maggiore per Parisi e compagni è proprio il Cosenza: facile trovare le energie e le motivazioni contro l’Acr, più difficile confermarsi sette giorni dopo. Ad ogni modo una buona notizia per Gagliardi c’è: Fiore ha lavorato con il resto dei compagni e, se arriverà l’ok definitivo dello staff medico come appare probabile, potrebbe partire titolare. Con Varriale che si è allenato da solo e con Cavallaro che non potrà essere utilizzato fino al nuovo anno a causa di una presenza con la Berretti del Mantova (devono passare 30 giorni), il trainer dei Lupi sta pensando al migliore assetto da dare alla retroguardia. Se esistono dei dubbi, pertanto, sono soltanto dalla cintola in giù. Centrocampo e attacco non cambieranno di una virgola, mentre in difesa oltre al rientro del capitano (toccherà a Parenti fargli posto?), si ragiona sulle pedine da sistemare sugli esterni. Filidoro è sicuro di partire titolare, ma non sa ancora se a destra o a sinistra. Adriano può adattarsi su entrambe le corsie, mentre se dovesse giocare Bruno vestirebbe la casacca numero due.  (Luigi Brasi)

Related posts