Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza-Manco, trattativa ad oltranza o strategia? In attacco sondaggio con Foderaro

Cosenza-Manco, trattativa ad oltranza o strategia? In attacco sondaggio con Foderaro

I rossoblù non riescono a colmare il gap tra domanda e offerta. Nell’affare si inseriscono Martina e Sorrento. L’ex attaccante del Matera cerca squadra ed ha avuto contatti con i Lupi.

manco_casertana

Quello tra Gaetano Manco e il Cosenza è un matrimonio che (non?) s’adda fare

Sembra una telenovela infinita quella tra il Cosenza e Gaetano Manco (30). Il calciatore attende da lunedì di scendere in Calabria e mettersi a disposizione di Gianluca Gagliardi, ma il club rossoblù non ha ancora la possibilità di garantirgli quanto richiesto, anche se inizialmente sembrava che le parti avessero trovato l’intesa. Per quanto dichiarato dal dg della Casertana Pannone circa una settimana fa, i campani non si metteranno di traverso, anzi hanno già annunciato il taglio dell’estrosa ala. Se l’affare con i silani dovesse concretizzarsi secondo la formula del trasferimento, Manco potrebbe giocare subito, altrimenti se fosse inserito nelle liste di svincolo suppletive bisognerebbe attendere il 18 dicembre e quindi se ne riparlerebbe a Ragusa. Nel frattempo Martina e Sorrento, società di Lega Pro, hanno manifestato un forte interesse per il calciatore al suo procuratore. L’esterno, tuttavia, preferirebbe Cosenza per non aspettare la riapertura del mercato professionistico a gennaio. Quella di Fiore e Leonetti, ad ogni modo, potrebbe essere una strategia. A parte le difficoltà economiche con cui ormai sono abituati ad operare sin dallo scorso campionato, è viva la possibilità che stiano battendo piste alternative (e Vincenzo Riccobono (27) del Licata è più che un’idea). Stesso discorso per la punta centrale. Non si cerca un attaccante dal nome altisonante (Longobardi o Croce altrimenti sarebbero liberi dopo gli addii a Turris e Acr Messina), ma qualcuno che accetti la panchina e che si faccia trovare pronto quando Gagliardi lo riterrà opportuno. Da un paio di giorni si sta parlando con Giovanni Foderaro (28) che sinora ha giocato con il Matera di Ivano Ciano. Nato a Catanzaro, ma lamentino doc, vanta nove presenze in B con la maglia dell’Hellas Verona che lo prelevò da ragazzo. Ha acquisito una grande esperienza tra Seconda divisione e Serie D, non è prettamente un bomber ma uno di quei centravanti che creano lo spazio per gli inserimenti. Non ci penserebbe due volte a dire di sì ai Lupi, ma nella chiacchierata con i responsabili dell’area tecnica non si è andati oltre un semplice sondaggio. L’impressione è che ai rossoblù serva liquidità per operare e chiudere le trattative. Pensare di aspettare che dai professionisti, inoltre, possa presentarsi qualche buon affare è un modo di ragionare molto in voga a Viale Magna Grecia. Non avendo intenzione il club di mettere mano al portafogli, l’alternativa è privarsi di qualcuno attualmente in organico. Come noto l’indiziato è Varriale, ma a tre giorni dalla chiusura dei giochi non sarà affatto facile garantire una sistemazione adeguata ad uno dei leader dello spogliatoio che non solo accettò in estate una riduzione dello stipendio, ma che nello scorso campionato si mise a disposizione dei più giovani nei periodi di crisi.  (Luigi Brasi)

Related posts