Tutte 728×90
Tutte 728×90

Ragusa-Cosenza: l’avversario

Ragusa-Cosenza: l’avversario

I siciliani non vincono in casa da quattro partite e il tecnico Anastasi ha a disposizione l’intera rosa di calciatori. Probabile partita per il neo-acquisto Impallari.

panatteri_ragusa

L’attaccante del Ragusa Panatteri è uno dei più pericolosi del campionato

Il Cosenza giocherà sul campo del Ragusa. La formazione siciliana ha conquistato 22 punti frutto di 6 vittorie, 4 pareggi e 6 sconfitte realizzando 20 reti e subendone 20. La compagine allenata da mister Anastasi è una squadra che ha lo stesso ruolino di marcia sia in casa che in trasferta, infatti tra le mura amiche hanno totalizzato 11 punti collezionando 3 vittorie, 2 pareggi e 3 sconfitte mettendo la palla in fondo al sacco 8 volte e dovendola raccogliere in 7 occasioni. Il Ragusa davanti al proprio pubblico non vince da quattro gare infatti l’ultima vittoria risale alla nona giornata di campionato quando i siciliani vinsero per 2-1 contro il Paternò. Dopo quella partita i biancazzurri hanno conquistato due pareggi con Vibonese e Sambiase ed 1 sconfitta contro il Licata. I siciliani non attraversano un buon momento dal punto di vista dei risultati, infatti, nelle ultime 6 gare hanno totalizzato solo 5 punti collezionando 1 vittoria, 2 pareggi e ben 3 sconfitte.Per la gara casalinga contro il Cosenza mister Anastasi potrà disporre di tutti gli elementi a parte dei soliti Crucitti e Romeo che sono ancora alle prese con i rispettivi infortuni. Il tecnico imposterà una squadra con un centrocampo capace di tamponare e rilanciare. Foderaro e Fabio Arena saranno i perni della zona centrale del campo con Bonarrigo alle spalle di Panatteri. Difficile dunque che venga schierato l’argentino Impallari per non sbilanciare troppo la squadra in avanti. In difesa confermato il centrale Piccirillo in coppia con Fontana. Gona e Piluso, invece, agiranno sulle fasce. L’ultimo precedente, infine, tra Ragusa e Cosenza risale alla stagione 2006-2007 nel campionato di serie D, in panchina a guidare i silani c’era Pino Rigoli e la gara terminò con il risultato di 1-1. (Antonello Greco)

Related posts