Tutte 728×90
Tutte 728×90

C5, l’Atletico Belvedere fa il bis in Coppa Italia

C5, l’Atletico Belvedere fa il bis in Coppa Italia

Trofeo al cielo sia per la formazione maschile che per quella femminile. Se da una parte è stato battuto il Cataforio, campione uscente, dall’altro fatto secco il Futsal Melito.

coppa_atletico_belvedere

Gli uomini di Francesco Cipolla alzano al cielo il trofeo (ilpalloneinrete.it)

Le due squadre hanno onorato al meglio l’atteso confronto appassionando i molteplici spettatori per oltre 70′. Il Cataforio detentrice del trofeo, ha cullato ben oltre il tempo regolamentare la speranza di bissare il successo restando alla fine con l’amaro in bocca per avere solo sfiorato una vittoria che, era ad un giro di lancetta. Il Belvedere ha avuto il merito di non deprimersi quando si è trovata sotto di due reti a meno di 10′ dal termine strappando un meritato pareggio in pieno recupero traendo linfa vitale per assestare i colpi del k.o. nel secondo tempo supplementare. Il match viene sbloccato dal reggino Cilione con una micidiale punizione. Il Belvedere risponde per le rime ed al 9′ con una punizione di Juninho preceduta dall’espulsione del portiere Tamiro pareggia il conto. I ritmi di gara diventano frenetici con occasioni da rete da entrambe le parti fino a quando al 19′ dagli sviluppi di un corner la sfera colpisce Praticò entrando nella porta dei tirrenici sancendo di fatto la fine del primo tempo. In avvio di ripresa il Belvedere alza il baricentro ma, complice una palla persa a centrocampo subisce dal lesto Praticò il goal del 3 a 1. Per quasi 15′ la squadra di mister Cipolla pur tenendo in mano le redini del giuoco non riesce a scalfire l’arcigna retroguardia avversaria che, filtra al limite dell’area i tentativi offensivi. Negli ultimi 10′ il quintetto tirrenico, si schiera con il portiere di movimento ma, il Cataforio difendendo basso ne svilisce le aspettative. Tuttavia i cosentini non perdono le speranze e continuando a fare girare la palla riescono a trovare la via del goal al 23′ con Franco che ridà speranze ai compagni riportandoli in gara. Il tempo scorre veloce ed il Cataforio stringendo i denti pregusta il trionfo ma, nel 1′ di recupero un tiro dal limite di Lizio s’insacca all’incrocio dei pali sancendo il 3 a 3. Nei pochi secondo rimasti il Cataforio si desta dal torpore e sfiora la clamorosa rete negata con da un portentoso intervento di Garofalo. Nel primo tempo supplementare le squadre sembrano tirare il fiato anche se il Belvedere sembra avere più birra nelle gambe degli avversari. Nelle battute iniziali dell’ultimo tempo il Belvedere sorprende i rivali con Dalmas che, trova l’imbucata vincente per portare per la prima volta avanti nel punteggio la propria squadra. Il Cataforio prova a ristabilire l’equilibrio ma una strepitosa serpentina di Junihno che prende palla dalla propria area servendo un assist al bacio per Scigliano consente a quest’ultimo di concretizzare la rete della sicurezza. A scrivere la parola fine all’entusiasmante match è Cilione che, nell’ultimo minuto sigla la quarte rete insufficiente a colmare il gap. Al triplice fischio esplode la gioia del Belvedere che, archivia in gloria questa storica e bella giornata di sport.
GIOIA IN ROSA. La società del presidente Donato festeggia anche la conquista di quella femminile, che ha battuto 2-1 il Futsal Melito. Bellissima ed avvincente la gara maschile, in cui il Cataforio ha giocato un ottimo match, conducendo fino a due dal termine. Buona partenza dei reggini che passano al primo acuro con Cilione al 5′, al quale risponde dopo 4′ Juninho, che approfitta di una punizione dal limite, causa da un fallo di mano fuori area di Tamiro, che viene espluso. Mastroianni prenderà il suo posto. Al 19′ una fortunosa deviazione di Praticò porta il risultato sul 2-1 per gli uomini di Tripepi, che vanno al riposo in vantaggio. Nella ripresa dopo soli tre minuti Praticò segna la rete del 3-1. L’Atletico Belvedere prova a rimontare senza riuscire però a scardinare l’ottima difesa reggina, la quale cede solo quando Cipolla decide di giocare col quinto uomo. Infatti al 23′ Franco accorcia e nel primo minuto di recupero Luzio trova il pari. Il primo tempo supplementare si conclude sempre sul 3-3, mentre al 1′ del secondo supplementare Dalmas segna la rete del sorpasso. Al 3′ Scigliano mette il sigillo sul match realizzando il 5-3. Cilione chiude con la rete del definitivo ed inutile 5-4. In quella femminile una doppietta della Arcuri regala il trionfo ai tirrenici, Agostino a segno per i reggini. Alla prima esperienza nel calcio a 5 femminile Orlando e compagne centrano una prestigiosa vittoria ai danni del più esperto Melito. Questo inizio da ulteriore entusiasmo e voglia di crescere alle ragazze guidate da Mister Cipolla che in poco tempo ha già plasmato la squadra che potrà solo migliorare nelle prestazioni.

Related posts