Tutte 728×90
Tutte 728×90

Gagliardi: “Nel primo tempo poco cattivi sotto porta”

Gagliardi: “Nel primo tempo poco cattivi sotto porta”

L’allenatore rossoblù: “Non siamo entrati bene in partita. Bisogna cercare di entrare in campo concentrati al 100% e dare tutto per evitare di complicarci la vita”

gagliardi_a_Nissa

Gianluca Gagliardi sulla panchina del Tomaselli di Caltanissetta (foto shartella)

Mister Gagliardi è soddisfatto del risultato del Cosenza anche se non è piaciuto il primo tempo dei suoi ragazzi che nonostante si trovassero di fronte la juniores della Nissa non sono riusciti a sbloccare la partita. “ Nel primo tempo è mancata la cattiveria sotto porta. Purtroppo non siamo entrati bene in partita e si sa che nel calcio nulla è scontato se non dai il 100% difficilmente porti a casa i tre punti. Non mi sento, però, di colpevolizzare la squadra che nella ripresa si è rifatta portando a casa la vittoria”. La gara è iniziata con 30’ di ritardo e forse anche questo ha fatto un po’ calare la concentrazione dei rossoblù. “Sicuramente non abbiamo trovato un ambiente tranquillo visto la situazione economica che attraversa la società della Nissa. Forse quel ritardo inconsapevolmente ha fatto un po’ rilassare i miei ragazzi”. La Nissa è scesa in campo con 10 juniores ma nonostante ciò ha disputato una grande partita chiamando anche ad una grande parata l’estremo difensore rossoblù Cutrupi. “Faccio i complimenti a tutti ragazzi della Nissa che hanno dimostrato di tenere alla maglia in questo momento non semplice ed auguro alla società biancoscudata di poter risolvere al più presto tutti i problemi economici”. I nuovi arrivi oggi hanno dato una grossa mano al Cosenza. “Dal punto di vista del mercato la società ha fatto gli acquisti che poteva permettersi. Sono arrivati Cutrupi, Filidoro, Paonessa e Foderaro, un rinforzo per ogni reparto. Adesso bisogna pensare solo al campo. Dobbiamo guardare solo in casa nostra senza pensare al Messina e poi alla fine del campionato tireremo le somme”. Ultima battuta dedicata al rientro di Gassama. “Su Keba non bisogna avere fretta perché ha bisogno di rientrare in campo gradualmente dopo un lungo infortunio”. (Marco Salfi)

Related posts