Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza, missione compiuta. Mosciaro stende la Nissa (0-3)

Cosenza, missione compiuta. Mosciaro stende la Nissa (0-3)

I Lupi colpiscono due pali nel primo tempo. Nella ripresa Foderaro apre le danze e Mosciaro con una doppietta chiude i conti. Espulsi Bica Badan e Barrile fra i nisseni. Rientra anche Gassama che resta in campo per dieci minuti. Le distanze in testa alla classifica restano invariate.

mosciaro_a_nissa_capitano

Mosciaro indossa la fascia di capitano e saluta Ammendola della Nissa (foto shartella)

Bisognava tornare da Caltanissetta con una vittoria in tasca e il Cosenza ci è riuscito. In un clima surreale, e in una gara iniziata con trenta minuti di ritardo, i rosoblù hanno iniziato con il piede sull’acceleratore colpendo due pali nel primo tempo. Nella ripresa Foderaro ha sbloccato la gara e Mosciaro con una doppietta ha chiuso i conti, arrivando a quota quindici in classifica. La Nissa ha fatto il massimo, finendo la gara in nove a causa delle espulsioni di Barrile e Bica Badan. Tra le tante buone notizie è da segnalare il rientro di Keba Gassama che in dieci minuti ha propiziato il rosso sventolato dall’arbitro a Barrile. La lotta in vetta alla classifica quindi prosegue. Lupi a tre punti dal Messina che anche oggi ha conquistato i tre punti.
CRONACA
1′: Dopo trenta minuti di ritardo, è iniziata la gara fra Cosenza e Nissa.
2′: Gara surreale. Non ci sono assistenti per raccogliere i palloni a bordo campo e la compagine di casa non ha il portiere di riserva.
3′: L’arbitro è costretto a bloccare momentaneamente la gara per verificare le posizioni di alcune persone presenti a bordo campo. Si riprende dopo due minuti.
6′: Ci prova Foderaro ma non trova la porta.
9′: Ha coraggio la Nissa che si spinge in avanti e prova una conclusione con Bica Badan senza impensierire Cutrupi.
11′: Risponde il Cosenza con Mosciaro che prova a servire un compagno pronto al tiro. L’assist viene deviato dalla difesa e Fiore tenta una rovesciata che non impensierisce Ammendola.
13′: Cavallaro sfonda sulla corsia di competenza e mette in mezzo un cross che supera Ammendola ma viene deviato in corner da Koffi.
15′: Colpo di testa di Mosciaro che prova a deviare in rete un calcio d’angolo. La palla termina fuori.
21′: Azione pericolosa per il Cosenza. La palla termina sui piedi di Foderaro che calcia a botta sicura. Ammendola compie un autentico miracolo ma l’attaccante dei silani ha sciupato l’azione e poteva fare sicuramente meglio.
31′: Azione manovrata del Cosenza e palla per Fiore che fa partire un bolide. La palla termina sul palo.
33′: Si spingono in avanti i Lupi che sfiorano nuovamente il gol. Parenti svetta più in alto di tutti ma la sua deviazione termina ancora sul palo.
36′: Ci prova Mosciaro dai venti metri ma il suo calcio di punizione è contenuto da Ammendola.
44′: Chiude in avanti il Cosenza ma i padroni di casa si chiudono e impediscono ai rossoblu di andare in gol. Sono due i minuti di recupero.
45′: Ancora Mosciaro. Conclusione potente ma fuori misura.
46′: Ci prova subito Filidoro ma la misura è sbagliata.
49′: E’ il turno di Benincasa che ci prova dalla distanza. Ammendola fa buona guardia.
50′: Pericolosissima la Nissa. Punizione di Di Marco e palla che sta per insaccarsi in rete. Cutrupi compie un autentico miracolo e fa partire i suoi in contropiede.
51′: Il Cosenza va via in aione di rimessa e Foderaro sblocca il match regalando il vantaggio ai Lupi.
59′: Ci prova Bica Badan ma Cutrupi controlla la sfera.
60′: Risponde Mosciaro ma la sua conclusione termina alta.
64′: Gagliardi cambia. Dentro Paonessa per Fiore.
66′: Segna anche il capocannoniere del torneo. E’ Mosciaro a raddoppiare chiudendo il risultato a Caltanissetta.
75′: Altro colpo di testa di Parenti neutralizzato da Ammendola con l’ennesimo miracolo.
76′: Dentro anche Salvatore Arcidiacono per Filidoro.
79′: Mosciaro chiude i conti. Grande assist di Cavallaro e conclusione di prima intenzione del bomber rossoblù che si insacca in rete.
82′: E’ il momento di Gassama che ritorna dopo il lungo infortunio e prende il posto di Mosciaro.
85′: Parenti svetta nuovamente di testa ma la sua conclusione termina alta.
86′: Gassama fa ammattire Barrile che lo atterra. Rosso diretto per lui.
88′: Espulso anche Bica Badan che perde la testa e commette un fallo sciocco su Parenti.
94′: Dopo quattro minuti di recupero termina la gara. Il Cosenza sbanca Caltanissetta e insegue il Messina.
Il tabellino:
NISSA (4-5-1):
Ammendola; Cobisi, Boato, Koffi, Di Marco; Augeri (80′ Boato), Bica Badan, Lupi, Celestino, Lo Piano (70′ Barrile), Mangiavillano; Jarrar (89′ Ballarino). In panchina: Boato, Campo, Ballarino, Barrile, Iacona. Allenatore: Fama
COSENZA (4-3-1-2): Cutrupi; Cavallaro, Sicignano, Parenti, Filidoro (76′ Arcidiacono); Fiore (64′ Paonessa), Benincasa, Salvino; Guadalupi; Mosciaro (82′ Gassama), Foderaro. A disp.: Perri, Scigliano, Liotti, Paonessa, Gassama, Piromallo, Reda. All.: Gagliardi
ARBITRO: Fiorini di Frosinone
MARCATORI: 51′ Foderaro, 66′ Mosciaro, 79′ Mosciaro.
NOTE:
Spettatori circa un centinaio, trasferta vietata agli ospiti. Espulsi: -; Ammoniti: Filidoro (C), Lupi (N), Di Marco; Espulsi Barrile (Rosso diretto per gioco pericoloso) e Bica Badan (Rosso diretto per fallo su Parenti).  Corner: 1-7; Recupero: 2′ pt, 4′ st.

Related posts