Tutte 728×90
Tutte 728×90

Sondaggio: siete d’accordo con la politica di austerity del Cosenza?

Sondaggio: siete d’accordo con la politica di austerity del Cosenza?

Per il club rossoblù nessuna spesa folle sul mercato ed ingaggi contenuti anche con i suoi uomini migliori. E’ per voi il modo giusto di affrontare un torneo di vertice in Serie D?

foderaro_di_testa_a_nissa

Giovanni Foderaro stacca di testa al Tomaselli di Caltanissetta (foto shartella)

Il Cosenza nel mercato dicembrino non ha effettuato alcuna spesa folle, ma si è mantenuto entro i limiti concordati tra proprietà ed area tecnica. I calciatori importanti, al pari dello scorso torneo, sono arrivati grazie alla competenza di Stefano Fiore e Aristide Leonetti (Mosciaro a parte, gli esempi lampanti sono Arcidiacono, Longobardi e Guadalupi) che sono riusciti ad ottimizzare i costi. Nel sondaggio settimanale di CosenzaChannel.it, vi chiediamo se siete d’accordo con la politica di austerity portata avanti dal club. I rossoblù provano da due campionati a tornare tra i professionisti, ma per farlo non hanno investito capitali ingenti. Ben al di sopra degli investimenti di Viale Magna Grecia sono stati quelli effettuati da Hinterreggio prima e Acr Messina dopo, che hanno colto risultati, o almeno li stanno raccogliendo. Va detto anche che il presidente Guarascio non ha palesato mai l’intenzione di riempire le casse sociali per operare con scioltezza e puntare decisi alla vittoria finale, anzi. Da qui la palese differenza tra l’operatore di mercato Lo Monaco (o Ferrigno che dir si voglia) e Stefano Fiore. Dite la vostra anche sul nostro profilo Facebook: venerdì saranno pubblicati come sempre i commenti più interessanti. Votate… votate… votate… (co. ch.)

Related posts