Tutte 728×90
Tutte 728×90

Acireale furioso: “Con l’Acr eravamo 11 contro 14”. Lo Monaco: “Non è vero, noi penalizzati a Cosenza”

Acireale furioso: “Con l’Acr eravamo 11 contro 14”. Lo Monaco: “Non è vero, noi penalizzati a Cosenza”

Il presidente dei granata, prossimi avversari dei Lupi, non le manda a dire e pretende rispetto. Dal direttore generale del Messina invece ancora riferimenti al match del San Vito.

acireale-messina

Il gol di Chiaria che ha permesso all’Acr Messina di mantenere la vetta

Alla sua prima uscita ufficiale da presidente dell’Acireale Salvatore Palella non è riuscito a festeggiare con un risultato positivo l’acquisizione del club. L’1-0 per il Messina targato Chiaria non lo ha proprio digerito. Il nuovo massimo dirigente granata ha infatti attaccato l’arbitro: “Abbiamo giocato undici contro quattordici – sbotta Palella – meritavamo sicuramente un risultato diverso e, se qualcuno avesse aperto bene gli occhi, forse oggi staremmo parlando di una vittoria, piuttosto che di un’amara ed immeritata sconfitta”. Quindi il messaggio alla piazza: “Devo ringraziare la città – continua Palella – per la risposta e per l’accoglienza che è riuscita a riservarmi, avrei voluto regalare a tutti i tifosi un successo e una giornata da non dimenticare ma, purtroppo, non è stato possibile. I calciatori, nonostante la sconfitta, sono comunque da elogiare perché hanno messo il cuore in campo ed hanno messo in forte difficoltà la capolista del nostro girone”. Sguardo, poi, proteso al futuro. “Quanto visto oggi per noi costituisce soltanto un importante trampolino di lancio. Se continueremo a mostra le qualità evidenziate, la salvezza non sarà un miraggio, ma bensì una certezza. Voglio far notare a qualcuno che Acireale è tornata ed è pronta a farsi rispettare in tutte le sedi. Reclamiamo rispetto e certi comportamenti visti oggi durante la partita non mi sono piaciuti affatto”. “Sostengono di aver giocato in 11 contro 14 – ha detto il dg Vincenzo Lo Monaco – Se da presidente dici certe cose non fai il bene dei tuoi giocatori. Tutto si può dire tranne che siamo stati favoriti dagli arbitri: su 16 partite giocate ne abbiamo avute 15 con una gestione a dir poco paurosa. Troppi torti subiti: rigori negati, gol annullati”. Il dg poi mostra ancora di non aver digerito, a distanza di quasi un mese, il netto ko del San Vito. “A Cosenza poi è stato davvero clamoroso, lì sì che si parla di episodi eclatanti. Ieri per la prima volta abbiamo trovato un arbitro equo e lo affermo nonostante potessimo reclamare su alcuni episodi, vedi l’ammonizione per simulazione a Caldore, quando secondo noi ci stava il rigore. All’arbitro non si può dire nulla”. (l. s.)
CLICCA QUI PER VOTARE IL SONDAGGIO DI COSENZACHANNEL.IT

Related posts