Tutte 728×90
Tutte 728×90

Gagliardi non vuole cali. Doppia seduta per il Cosenza

Gagliardi non vuole cali. Doppia seduta per il Cosenza

Parte atletica in mattinata e lavoro intenso con la sfera nel pomeriggio. Assente Parisi. Foderaro lavora a parte mentre Mosciaro sta smaltendo la botta ricevuta a Caltanissetta.

 

Marano_allenamento

Marano palla al piede nella sessione di allenamento al Sanvitino (foto rosito)

La vittoria con la Nissa è ormai alle spalle e il Cosenza pensa già al prossimo avversario. L’Acireale è in ottima forma e viene da una sconfitta immeritata con la capolista Messina. Gagliardi questo lo sa bene e lo ha sottolineato meno di 48 ore fa in conferenza stampa, lanciando un messaggio alla sua squadra. Vietato abbassare il livello di guardia per il gruppo che ha sostenuto una doppia seduta. In mattinata, il professore Bruni ha guidato la parte atletica, mentre nel pomeriggio, l’allenatore ha visto all’opera i calciatori in un allenamento tecnico-tattico. Tanto lavoro di base con il pallone quindi per Marano e soci, che hanno svolto diversi esercizi per migliorare nel rettangolo verde. Poi il tecnico ha distribuito le casacche, per verificare i movimenti della difesa. Parenti e Sicignano hanno guidato i più giovani in un lavoro in cui la difesa aveva il compito di catturare i palloni aerei e uscire in maniera compatta dopo aver chiuso gli attacchi degli avversari. La difesa è nei pensieri del tecnico che continua a insistere sul pacchetto arretrato per evitare di perdere punti, ma deve fare a meno di Aniello Parisi. Il capitano rossoblu anche oggi era assente per via dei problemi fisici che gli impediscono di alzare i ritmi. Out anche Mosciaro che soffre a causa di una botta ricevuta con la Nissa ma non avrà problemi a scendere in campo. Stesso discorso per Foderaro. L’attaccante ha lavorato a parte facendo solo corsetta ma è pronto al recupero. Domani il gruppo dovrebbe affrontare la consueta partitella in famiglia in cui Gagliardi proverà gli schemi da utilizzare con l’Acireale. Sarà confermato con molta probabilità il 4-3-1-2 che avrà in Andrea Marano un’arma in più. L’esterno offensivo ha smaltito squalifica e infortunio e tornerà a disposizione dell’ allenatore. (Francesco Ribera)

 

 

Related posts