Tutte 728×90
Tutte 728×90

Marra teme i Lupi. “Cosenza meglio del Messina. Noi ci proveremo”

Marra teme i Lupi. “Cosenza meglio del Messina. Noi ci proveremo”

Il tecnico dell’Acireale: “I peloritani hanno individualità incredibili ma peccano nell’organizzazione in campo. I rossoblù invece giocano da squadra ed hanno uomini di categoria superiore. Arcidiacono? Il migliore della D”.

marra_nissa

L’allenatore dell’Acireale Salvatore Marra, l’anno scorso alla Nissa

Acireale e Cosenza si troveranno da avversarie al San Vito in un match importante per entrambe le squadre. Da una parte gli uomini di Gagliardi, pronti a tutto per acciuffare la capolista Messina. Dall’altra i siciliani che vogliono accumulare punti per allontanarsi dalla zona play out. Mister Marra arriverà in Calabria per tentare l’impresa ma teme i rossoblù. “Non sarà facile – afferma il tecnico degli acesi – e ci troveremo ad affrontare una squadra di categoria superiore. Veniamo da una gara dal risultato bugiardo. Abbiamo messo in difficoltà la capolista e non meritavamo di perdere. Ad essere ancora più preciso – prosegue l’allenatore – non ho mai visto una squadra che ci ha messo sotto. Purtroppo non sono arrivati punti ed è normale tentare il riscatto contro il Cosenza”. Poi Marra continua nella sua analisi del match. “Ho visto la gara fra Cosenza e Messina e c’è mancato poco che i silani la chiudessero nel primo tempo. C’erano riusciti ma quando in una squadra esce Corona dal campo ed entra Cocuzza non è facile per nessuno. Credo che i rossoblù siano un undici difficilissimo da battere ed in casa hanno una vera e propria arma in più. Noi ci proveremo e venderemo cara la pelle ma sappiamo bene che nonostante l’assenza di Arcidiacono, hanno una rosa tecnicamente all’altezza. Voglio aggiungere che la mancanza di un calciatore così importante può pesare in qualsiasi squadra. Pietro Arcidiacono è il giocatore più forte in tutti i gironi di Serie D. Senza se e senza ma”. Il tecnico loda i numeri del Cosenza ma ha a disposizione una rosa molto valida. Dal mercato sono arrivati elementi come Provenzano ed altri calciatori che hanno alzato il tasso tecnico degli acesi. Marra non nasconde la sua soddisfazione. “Il centrocampo era il reparto in cui mancava più qualità, questo è vero. Anche negli altri reparti però abbiamo pescato individualità in grado di aggiungere qualcosa al gruppo. Il nostro obiettivo è la salvezza, ragion per cui era importante trovare calciatori pronti e ci siamo riusciti”. Prima di chiudere, l’allenatore dice la sua sul campionato e sulla corsa promozione. “Credo che sia un torneo diverso da quelli degli anni passati. Anche le piccole hanno calciatori che possono cambiare il volto alla partita, rendendo tutto più difficile sia per chi punta al primato che per le compagini in lotta per la vittoria finale. In tal senso credo che sarà una corsa a due. Ho visto il Messina dal vivo la settimana scorsa e posso dire che hanno individualità incredibili. Sotto il profilo dell’organizzazione però hanno qualche lacuna. Il Cosenza lo ho visto solo in video e credo che siano superiori ai peloritani. Hanno giocatori davvero forti e in campo si muovono da squadra. Sarà corsa a due e credo che lotteranno in tandem fino all’ultimo giro d’orologio. Non so chi la spunterà, ma il Cosenza ha qualcosa in più. Senza alcun dubbio”. (Francesco Ribera)

Related posts