Tutte 728×90
Tutte 728×90

Juniores: Cosenza da record. Nove gol al Montalto (9-2)

Juniores: Cosenza da record. Nove gol al Montalto (9-2)

I lupacchiotti asfaltano gli avversari nel derby. Quattro reti per le Piane e due per Reda. Completano la goleada De Cicco, Novello e Buffon. Vince anche il Brindisi, che insegue a tre punti ma la compagine di Trocini continua a impressionare.

le_piane_gol

Pallonetto di Le Piane. Poker oggi per lui (fotoMannarino).

Vittoria strepitosa per la Juniores del Cosenza che si impone nel derby, segnando ben nove reti al Montalto. Gara senza storia fin dalle prime battute con i Lupacchiotti che sono scesi in campo con il tridente Le Piane-Reda-Perna. Il Montalto invece si è schierato con una formazione offensiva e una linea difensiva altissima che ha concesso troppo ai padroni di casa. Il Cosenza parte forte e dopo sette minuti sblocca il match. Perna recupera un gran pallone, calcia e trova il miracolo del portiere che nulla può sul tap-in di Le Piane. Poco dopo ci provano Carbonaro, che sfiora il palo, e Reda che centra la traversa. Il raddoppio però è nell’aria e Le Piane con uno splendido pallonetto firma la doppietta. Il gol del 3-0 è spettacolare e arriva al 27′. Le Piane va sul fondo, cede la sfera all’accorrente Marchio che crossa di prima per Reda, infallibile di testa. Un minuto dopo arriva il poker di Le Piane, che con un altro splendido pallonetto supera Piacente. Il portiere del Montalto riesce a limitare i danni ma è costretto a fare gli straordinari in uscita per fermare il Cosenza. Al 33′ arriva anche il quinto centro ancora con un pallonetto millimetrico di Reda. Gli ospiti sono alle corde ma alla prima occasione buona accorciano le distanze con Rocchetti che dai 25 metri beffa Fabiano con un potente destro. I lupacchiotti reagiscono e trovano il 6-1 con Novello che festeggia un ottima prova recuperando un pallone e andando in rete con un preciso tiro. Prima di entrare negli spogliatoi c’è il tempo per l’ennesima prodezza di Le Piane che da trenta metri prende la mira e colpisce l’incrocio dei pali. Sei gol e due pali: il primo dei lupacchiotti è da incorniciare e nella ripresa non si ferma la spinta di Rocca e soci. Entrano Aldo Morelli, Crisciti e Volpe che torna in campo dopo un mese di stop. Al 47′ il Cosenza passa ancora. Perna recupera l’ennesimo pallone e fornisce l’assist per Le Piane che con freddezza firma il poker personale e lascia il campo fra gli applausi dei sostenitori di casa. Il Montalto con coraggio prova ad arginare lo strapotere dei rossoblù e con Rocchetti trova un altro gol, sempre con un bel tiro che beffa Fabiano, ingannato dal vento. Serve a poco la rete del Montalto perché al 55′ De Cicco segna su assist di De Luca che si ripete, regalando a Buffon la palla del 9-2. Al 66′ la gara è praticamente chiusa e il Cosenza sfiora ancora la marcatura con Reda e Perna che avrebbe meritato la gioia del gol. Si chiude con un punteggio da record quindi l’impegno dei lupacchiotti, inseguiti da vicino dal Brindisi, vittorioso con il Nardò. Ottimi segnali quindi per Trocini che festeggia con i suoi una vittoria speciale. Le nove reti, la strepitosa condizione fisica dei suoi uomini e la crescita di chi ha giocato meno, garantiscono allo staff rossoblù una squadra che è pronta a lottare per staccare il Brindisi e festeggiare la vittoria nel torneo. (Francesco Ribera)

Tabellino:
COSENZA: Fabiano (55′ Crisciti), Novello, Marchio, De Luca, Buffon, Rocca, Le Piane (48′ Volpe), De Cicco (61′ Morelli A.), Reda, Carbonaro, Perna. A disposizione: Rossi, Pansera, Rino, Magarò. Allenatore: Trocini
MONTALTO: Piacente, Celebre (46′ Fusaro), Montalto, Turco, Burlato (46′ Sposato), Matera, Ceci (52′ Pileggi), Passarelli, Principato, D’Acri, Rocchetti. A disposizione: Greco, Anastasio, Canonaco, Sottile. Allenatore: D’Acri.
ARBITRO: Fabiano di Catanzaro.
MARCATORI: 7′, 20′, 28′ e 47′ Le Piane (C), 39′ e 53′ Rocchetti (M), 27′ e 33′ Reda (C), 39′ Novello (C), 55′ De Cicco (C), 66′ Buffon (C).
NOTE: Terreno in pessime condizioni. Presenti circa 300 spettatori. Angoli: 4-2. Ammoniti: D’Acri e Montalto (M). L’arbitro non ha concesso alcun minuto di recupero.

Related posts