Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza, emergenza a centrocampo. Ma anche Mosciaro salta l’allenamento

Cosenza, emergenza a centrocampo. Ma anche Mosciaro salta l’allenamento

Intanto il “Club Bruzi” ha voluto far chiarezza su ciò che è accaduto nell’incontro fra tifosi. Sul campo Gagliardi ha diversi problemi. Con Benincasa squalificato e tanti giocatori non al top, l’allenatore dovrà fare gli straordinari. Manolo ha un problema alla schiena.

allenamento_fine_gennaio

La sessione di allenamento odierna. Gagliardi ha problemi di formazione (foto rosito)

C’è un po’ di tregua per il gruppo rossoblù che ha approfittato del miglioramento meteorologico per provare schemi e modulo sul terreno di gioco del Sanvitino. Dopo una settimana di lavoro sul sintetico, Gagliardi ha potuto verificare la tenuta dei suoi uomini in una seduta prevista per rivedere i meccanismi in campo e sciogliere i dubbi di formazione. Dopo i consueti esercizi con il professore Bruni, Parisi e soci sono stati divisi in due gruppi. Esercizi negli spazi stretti con le porte piccole quindi, per migliorare nella gestione delle gare e far male all’Agropoli in velocità. La compagine di Dellisanti arriva da una prestazione sfortunata ma molto positiva con il Messina e promette scintille al San Vito. Dall’altra parte però, ci sarà un Cosenza ferito dopo il ko di Noto e incerottato a causa dei tanti giocatori che non sono al top. Fiore e Salvino hanno affrontato l’intera seduta per la prima volta in settimana e sono arruolabili ma non al meglio. Cavallaro ha recuperato e Parisi ritroverà una maglia da titolare. E’ la linea mediana quindi a preoccupare il trainer di Cosenza. Con Benincasa squalificato, tanti giocatori non al meglio e Paonessa praticamente out, Gagliardi dovrà fare gli straordinari per allestire il reparto. Il calciatore ex Montalto anche oggi era assente ed ha sostenuto un’ecografia per valutare l’entità dell’infortunio. Il problema muscolare però non è stato smaltito ed è difficile che potrà farcela per il match di domenica. Accanto a Fiore e Salvino pertanto, giocherà uno fra Pesce e Piromallo. Gagliardi ha bisogno di giocatori in grado di sostenere il trio d’attacco e potrebbe optare per il giovane cosentino, bravo negli inserimenti e soprattutto in fase di interdizione. In difesa invece, dovrebbero giocare Filidoro e Cavallaro sulle corsie esterne, mentre al centro, il rientrante Parisi, potrebbe far coppia con Sicignano. Resta aperto quindi un altro ballottaggio in attacco. Guadalupi indosserà la numero dieci mentre Mosciaro sarà costretto a stringere i denti. Il bomber rossoblù soffre a causa di un dolore alla schiena ed è stato rimesso in piedi dal professore Suriano. Accanto al bomber è ballottaggio fra Foderaro e Marano ma il calciatore cosentino è favorito. Intanto il club “Bruzi” ha voluto dire la sua in merito alla riunione tenutasi fra i tifosi ieri sera. Alle posizioni prese, si associano i club “Mangone” ed “E. Buonocore”. “Riteniamo che in questo momento (metà campionato, con una squadra seconda ed in un torneo con ripescaggi) – così recita la nota diramata dai tre club – una contestazione è poco costruttiva e pertanto molto lontana dal nostro modo di pensare e vivere. Noi riteniamo che contestare oggi è come dar da mangiare a quei GUFI che aleggiano sul Nostro Cosenza. NOI crediamo che sia opportuno ed importante avere un confronto con il Presidente Guarascio e Stefano Fiore al fine d’avere la massima chiarezza sui programmi stilati da società ed area tecnica. I club “Mangone” e “E. Buonocore” si sono associati alla nostra posizione”. Un atteggiamento costruttivo per fare chiarezza invitando all’incontro il presidente e il direttore dell’area tecnica. I tre club vogliono evitare di creare spaccature in un momento in cui la squadra proverà a ridurre il gap dal Messina. (Francesco Ribera)

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it