Tutte 728×90
Tutte 728×90

Pallanuoto, esordio per la Tubisider. Le ragazze chiamate al riscatto

Pallanuoto, esordio per la Tubisider. Le ragazze chiamate al riscatto

Domani al via la stagione della formazione maschile con la Waterpolo Bari. Il setterosa di Posterivo cerca il riscatto dopo aver perso domenica scorsa a Catania contro la Blu Team.
IMG_5560
Migliorare lo splendido quarto posto dello scorso campionato, attraverso la valorizzazione del proprio settore giovanile e dei giovani pallanuotisti calabresi in genere. Questi gli obiettivi della Tubisider Cosenza, alla vigilia del torneo di serie B maschile, che prenderà il via domani. Per la formazione allenata da Francesco Manna, l’esordio nel torneo sarà nella piscina olimpionica di Cosenza (alle 15) contro il Waterpolo Bari, squadra nata dalla fusione tra Payton Bari e molti elementi del Bari Nuoto. Un confronto interessante e ricco di spunti. Intanto perché la squadra di casa punterà, come propria abitudine, al successo pieno, sia per incamerare i primi tre punti stagionali che per regalare una soddisfazione ai propri tifosi, sempre vicini e pronti a sostenere i propri beniamini. E non è un caso che davanti al proprio pubblico, nella passata stagione, la Tubisider abbia sempre fornito buone prestazioni, coronate in alcune partite da successi esaltanti, tanto da fare divenire la piscina olimpionica scoperta un vero e proprio bunker. Solo la formazione barese riuscì ad espugnare il fortino cosentino al termine di una partita rocambolesca, sempre in mano al “sette” calabrese. Anche questo sarà motivo di grande interesse. Dopo una lunga ed estenuante preparazione, Trocciola e compagni saranno dunque pronti alla “battaglia”. La Tubisider Cosenza rispetto alla passata stagione ritrova con soddisfazione in organico, Riccardo Spadafora, che dopo la felice esperienza in Sicilia, è tornato alla società nella quale è cresciuto, per dare un importante contributo. La squadra in questi mesi di allenamenti ed amichevoli ha messo in mostra delle buone cose, ma è chiaro che ha ancora ampi margini di miglioramento. Sarà importante contro la compagine barese l’approccio alla gara e poi naturalmente giocare con quelle caratteristiche determinanti lo scorso anno, grinta, carattere, determinazione e spirito di gruppo. Non resta, dunque, che incrociare le dita.
IL SETTEROSA.Operazione riscatto per la Tubisider Cosenza Pallanuoto, uscita battuta sul piano del risultato ma non della prestazione, dal Blu Team Catania, al debutto nel campionato di A2 Femminile. Davanti al pubblico di casa, Domenica alle 13, contro il Circolo Nautico Posillipo, il “setterosa” guidato Andrea Posterivo non può prescindere dalla conquista dei tre punti, cosa non semplice considerando che anche la compagine napoletana ha iniziato la stagione con una sconfitta. La squadra del presidente Giancarlo Manna ha lavorato sodo nel corso della settimana ed il tecnico Posterivo ha analizzato con le ragazze gli errori commessi contro il Blu Team. Errori da non ripetere contro le campane. L’allenatore cosentino ha soprattutto chiesto alla squadra di giocare quattro tempi su quattro, evitando l’eventuale emozione della prima partita casalinga. Oltre al giusto approccio alla gara, cosa che è mancata a Catania, Angela Manna e compagne dovranno essere concentrate e determinate, giocando con grinta e spirito di gruppo. ” Una partita difficile come tutte – sottolinea il dirigente della Tubisider Cosenza Pallanuoto, Salvatore De Mari – anche perché affronteremo una squadra che come noi ha perso la prima di campionato e quindi vorrà iniziare a fare punti. La nostra compagine non può prescindere dal puntare al successo pieno, soprattutto per la classifica e poi per il morale,in quanto si tratta della più giovane del girone sud. Siamo fiduciosi”. (Luigi Francesco Grazioli)

Related posts