Cosenza Berretti

Juniores: per il Cosenza è un trionfo. Brindisi ko e primato in ghiaccio (2-0)

Marchio e Reda stendono i pugliesi davanti a più di 500 spettatori. Prova maiuscola dei lupacchiotti a +6 in classifica che mantengono tutti i record. I tifosi contestano la società.

festa_juniores_col_brindisi

La festa di Trocini e dei Lupacchiotti dopo il 2-0 al Brindisi (foto mannarino)

Esulta Brunello Trocini con la sua squadra. E’ quasi commosso anche Francesco Candelieri, che ha creato una macchina perfetta. La Juniores del Cosenza è la squadra dei record. L’unica imbattuta in undici gironi, con la miglior difesa e il miglior bottino di punti a livello nazionale. Una serie di numeri confermati nella partita più difficile e decisiva dell’anno. Al “Pompeyo Macrì” è arrivato un Brindisi che inseguiva i lupacchiotti a tre punti di distanza. Una compagine forte fisicamente che ha provato a riaprire invano il torneo. Trocini è teso prima del match, deve rinunciare a Buffon e recupera in extremis Le Piane che stringe i denti e va in campo. Il Brindisi risponde con una difesa a quattro e un modulo a specchio. Si parte e il Cosenza si rende subito pericoloso. Rino recupera palloni e Le Piane fa male sulla corsia destra sfiorando il vantaggio. Al 18′ però i lupacchiotti possono esultare. Rino sfonda sulla destra e mette in mezzo un cross invitante per Marchio. Scelta di tempo perfetta e incornata vincente. Il pubblico è in piedi e fa sentire il proprio calore ai lupacchiotti che sfiorano il raddoppio ancora con Marchio. Il difensore ci prova ancora di testa ma sbaglia la mira. Il Brindisi risponde affidandosi ai calci piazzati. Procida mette in mezzo una palla rasoterra che Paolo Ostuni prova a girare in porta senza successo. Il Cosenza con una prova matura gestisce il primo tempo e prova a raddoppiare con le conclusioni di Volpe e un colpo di testa di Rossi che impegna Tedino. Nella ripresa il Brindisi cerca il pareggio ma sono i lupacchiotti a sfiorare il raddoppio. Le Piane si guadagna una punizione e la calcia sopra la barriera colpendo il palo. I salentini però rispondono. Cross lungo di Lopez con Fabiano che in uscita blocca la sfera ma viene atterrato da Simone Mazza. L’arbitro lascia proseguire e Procida calcia in porta ma la deviazione di Rocca è decisiva e la palla carambola sulla traversa e termina fuori. Il Cosenza protesta e Fabiano viene ammonito. E’ solo un lampo perché i lupacchiotti ci provano ancora con Le Piane, Reda e De Cicco. Il Brindisi tenta un timido forcing finale ma il Cosenza ne approfitta e raddoppia con una azione da manuale. Carbonaro, entrato nella ripresa, trova sulla destra Morelli che disegna un passaggio preciso per Reda. Il giovane bomber resiste ala carica di Andrisano e con un diagonale chirurgico trafigge il bravo Tedino. E’ l’ultima azione di una partita che lancia il Cosenza verso la vittoria del torneo. I lupacchiotti esultano e dedicano al vittoria al presidente Candelieri che dalla tribuna si gode la sua creatura. Battuti tutti i record dei campionati giovanili e campionato che ormai ha una sola padrona. Arrivano sul campo quindi le risposte ad una società che rischia di perdere un patrimonio incredibile. Da segnalare in tal senso, la protesta del pubblico. E’ stato infatti esposto uno striscione che sottolineava l’assenza del presidente Guarascio e dell’ad Quaglio, elogiando il lavoro dell’area tecnica, del presidente Candelieri e della sua squadra. Bruno Trocini sta guidando un gruppo che merita più rispetto. Per i risultati mostrati in campo e per aver riempito il Pompeyo Macrì. Inutile sottolineare i meriti dei singoli giocatori. E’ doveroso però ribadire il lavoro silenzioso e redditizio dello staff e i sacrifici che un gruppo di campioncini in erba stanno mettendo a disposizione del Cosenza e dell’intera città. Il lungo applauso della tribuna ha inorgoglito il gruppo, omaggiato dal proprietario dell’azienda Scintille. Un bracciale per ogni componente di una rosa che questa stagione la ricorderà a lungo.  (f. r.)

COSENZA-BRINDISI 2-0
COSENZA:
Fabiano, Rossi, Pellegrino, De Cicco, Marchio, Rocca, Rino, Morelli, Reda (89′ Novello), Volpe (64′ Carbonaro), Le Piane (78′ Magarò). A disp: Crisciti, De Luca, Perna, Cristoforo. All: Trocini.
BRINDISI: Tedino, Tamborrino, Lopez, Mazza D.,Andrisano, Conte, Ostuni P. (64′ Guerrieri), Iaià (72′ Truppi), Mazza S. (53′ Marino), Procida, Marti. A disp: Falcone, Pignatelli, Ostuni F., Del Prete. Allenatore: Piscopiello.
ARBITRO: Longo di Paola. 
MARCATORI: 18′ Marchio, 88′ Reda.
NOTE: Presenti più di 500 spettatori. Ang: 8-2. Amm: Reda, De Cicco, Fabiano. Recupero: 1’pt, 5’st

Mostra altro

Redazione Cosenza Channel

Cosenza Channel è una testata giornalista nata nel 2008 con l’idea di occuparsi principalmente delle notizie sul Cosenza Calcio. Il successo conseguito sin dai primi anni ha permesso alla testata di avviare una collaborazione televisiva per mandare in onda un format che parlasse di calcio, in particolare dei Lupi e poi delle altre squadre calabresi. La svolta arriva nel 2016, quando la redazione amplia i contenuti del portale d’informazione, pubblicando notizie di attualità. Il 5 settembre 2019 Cosenza Channel si trasforma completamente. Nuova grafica, contenuti esclusivi, con l’obiettivo di crescere e rendere un servizio informativo sempre più attendibile e di qualità.

Articoli correlati

Back to top button
error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it
Close

Adblock Rilevato

Supporta Cosenzachannel.it, disabilita il tuo Adblock per la nostra pagina