Tutte 728×90
Tutte 728×90

Gagliardi: “Fiore unico riferimento”. Si dimette anche l’addetto stampa

Gagliardi: “Fiore unico riferimento”. Si dimette anche l’addetto stampa

Patrizia De Napoli ha comunicato ai vertici del club che a causa delle troppe ingerenze nel suo lavoro da oggi non ricorprirà più la carica in questione.

gagliardi_a_ribera

Gianluca Gagliardi durante la gara di Ribera giocata domenica (foto shartella)

L’allenatore del Cosenza Calcio Gianluca Gagliardi oggi pomeriggio ha tenuto la consueta conferenza stampa del martedì, per fare il punto dopo la brillante vittoria di Ribera e parlare inevitabilmente delle dimissioni di Stefano Fiore “E’ lui il nostro punto di riferimento – ha detto con il capitano Parisi al suo fianco- Spero che la società crei i presupposti per un rientro”. Intanto agli organi di stampa sono state comunicate anche le dimissioni del capo ufficio stampa Patrizia De Napoli. Punto di riferimento per l’intera tifoseria, la De Napoli non ha mai fatto mistero della sua fede per i colori rossoblù. Dopo quelli di Stefano Fiore, di Aristide Leonetti e di Pierpaolo Perri, pertanto, un altro addio che acuisce il risentimento dei supporter dei Lupi nei confronti dell’attuale proprietà. Tornando alle parole dell’allenatore, il titolare della panchina dei Lupi ha sottolineato si come Stefano vuole che il progetto tecnico vada avanti. “Il direttore, che ha avuto il coraggio di scegliermi a luglio, è sempre stato una persona coerente e professionale. Non ha guardato in faccia a nessuno, mentre spesso nel calcio si osanna chi grida o chi parla per compiacere la stampa. Il fratello Adriano deve ringraziare che è un gran bel calciatore, altrimenti non avrebbe giocato. Non mi è stato mai detto di far scendere in campo questo o quello, ma il mio ruolo è stato rispettato in ogni momento. Soltanto se fossimo autolesionisti potremmo fare a meno di lui, ma secondo Stefano qualcosa andava fatta ed ho troppa stima di lui per entrare nel merito della decisione presa. C’è da dire anche un’altra cosa: ha saputo mantenere lo spogliatoio compatto in un anno e mezzo grazie al suo carisma”. Con le dimissioni in blocco di ieri pomeriggio, si apre una falla organizzativa enorme. “Non ho sentito nessuno, ma a chi chiedo dell’amichevole del giovedì? Sinceramente vorrei sapere cosa bisogna fare, perché la cosa che ci preme maggiormente è capire come organizzarci. Mi ero rallegrato del comunicato inviato ieri dalla società, ma Fiore non è stato contattato. Spero che alle parole seguano i fatti”. Poco spazio dedicato all’aspetto sportivo. “Non molleremo mai, sia chiaro a tutti. Ringrazio la squadra, una grande squadra, per la prestazione offerta a Ribera. Negli spogliatoi ci siamo concentrati soltanto sull’impegno di campionato riuscendo ad estraniarci dal contesto. Avendo in rosa tanti cosentini è difficile tacere sui problemi, ma onore ai miei ragazzi per come hanno interpretato il match. Il derby? Il Città di Messina è molto forte, l’Acr invece sarà galvanizzato dalle notizie che giungono da Cosenza. Loro, però, hanno tutto ciò che non abbiamo noi…”. (Luigi Brasi)
CLICCA QUI PER VOTARE IL SONDAGGIO DI COSENZACHANNEL.IT

Related posts