Tutte 728×90
Tutte 728×90

I club organizzati con fermezza: “Quaglio vada via dal Cosenza”

Dura presa di posizione da parte dei sostenitori rossoblù che hanno diffuso una nota in cui chiedono anche il ritorno di Stefano Fiore e minacciano di disertare il San Vito.
quaglio e guarascioL’amministratore delegato Quaglio e il patron Guarascio durante l’ultimo amtch casalingo
Dura presa di posizione da parte dei club organizzati che hanno fatto seguire un duro comunicato alla protesta portata avanti ieri pomeriggio dai supporter più passionali. Al Sanvitino la squadra è stata informata che i sostenitori di fede rossoblù pretendono un confronto immediato con la proprietà, al fine di chiarire una volta per tutte la vicenda legata alle dimissioni di Stefano Fiore e di ricevere garanzie concrete sul futuro a media-lunga cittata del sodalizio di Viale Magna Grecia. In serata, i club organizzati hanno diffuso una nota in cui chiedono con durezza le immediate dimissioni dell’amministratore delegato Domenico Quaglio e il ritorno del direttore sportivo Stefano Fiore. Questo il testo integrale diffuso dal “Comitato Spontaneo”. “Nella serata di lunedì 4 febbraio – si legge nel comunicato – si sono riuniti nella sede del Kennedy Club i rappresentanti del Comitato spontaneo di club che ormai da tempo condividono un’azione unica: oltre ai padroni di casa erano presenti gli Amici du Cusenza, Bruzi, Buonocore, Magdalone, Merenda di Mangone, ed alcuni tifosi non organizzati rappresentati da Sergio Crocco. Una reazione di Stefano Fiore era attesa da tempo, troppe le inadempienze ed incongruenze della società tollerate. Le sue dimissioni vanno però, a nostro avviso, interpretate come un monito a rendersi protagonisti del nostro futuro di tifosi, pena il vanificarsi di questo ed altri campionati. Il Comitato fermamente convinto nelle possibilità della squadra rossoblù di recuperare il terreno alla capolista Messina ritiene la figura di Stefano Fiore imprescindibile per le buone sorti della compagine silana e, nell’invitarlo a riprendere il proprio posto di direttore sportivo, ritiene anche di assumere una posizione ferma e convinta contro chi a nostro parere è l’autore principale di questa deleteria situazione. Il Comitato di club chiede, sposando le volontà di Fiore, le immediate dimissioni dell’Amministratore Delegato della Nuova Cosenza, avvocato Domenico Quaglio e l’avvio di una gestione completamente nuova della stessa società. I tifosi rossoblù non hanno bisogno di una società di dilettanti qualsiasi, perfino assente, ma di una società adeguata al blasone del Cosenza, che ne mantenga alta soprattutto la dignità e l’onore conquistato negli anni passati. Pertanto qualora non dovessero realizzarsi queste condizioni tutti i tifosi componenti questi club e gli altri presenti restituiranno le proprie tessere di abbonamento alla società e diserteranno lo stadio S. Vito finché non avranno a realizzarsi. Ormai la misura è colma e siamo convinti che anche i giocatori rossoblù capiranno questa nostra sofferta decisione di non poterli sostenere. L’invito al tecnico Gagliardi ed ai suoi ragazzi è, per come desidera anche Stefano Fiore, di continuare nella splendida cavalcata con il medesimo impegno registrato fino ad oggi al fine di poter continuare il progetto del nostro campione nelle serie superiori. Comitato dei club: Amici du Cusenza, Bruzi, Buonocore, Magdalone, Merenda di Mangone e Kennedy”. (co. ch.)

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it