Tutte 728×90
Tutte 728×90

Il Cosenza si isola in attesa dell’ora “x”. Lutto al braccio per Imbriani

Il Cosenza si isola in attesa dell’ora “x”. Lutto al braccio per Imbriani

Scelte fatte per Gagliardi che dovrà affrontare la squadra di Rando in una situazione molto complicata. Intanto Quaglio, imperterrito, affida gli Allievi al tecnico Carbone.
allenamento fine gennaioGuadalupi e Benincasa sono due pedine inamovibili del Cosenza di Gagliardi (foto mannarino)
Ritmi alti e tanta concentrazione. Al sanvitino l’allenamento pomeridiano si è svolto regolarmente ma è chiaro che la riunione che si terrà fra Fiore e Guarascio potrebbe complicare il cammino dei Lupi o dare nuovo slancio ai rossoblu. La squadra attende con interesse l’evolversi della situazione ma intanto ha lavorato agli ordini dello staff tecnico. Mister Gagliardi dovrà fare a meno di Salvino e Cavallaro, squalificati dal giudice sportivo e, dopo il torello, ha visto all’opera i suoi in un lavoro specifico negli spazi stretti. Scambi in velocità e gioco a due tocchi per i Lupi, che domenica si troveranno al cospetto di una squadra affamata. Il Città di Messina verrà in città per portare a casa punti pesanti ma il Cosenza vuole rispondere sul campo trovando una vittoria. Gagliardi si affiderà quindi al consolidato 4-3-1-2 con Cutrupi che guiderà la squadra dalla porta. In difesa toccherà a Sicignano e Parisi il compito di fermare Saraniti e soci mentre Filidoro e Liotti opereranno sulle corsie esterne. In mezzo al campo, al fianco di Benincasa e Fiore, dovrebbe muoversi Piromallo. In avanti invece Guadalupi giocherà nel suo ruolo naturale da trequartista con Mosciaro e uno fra Foderaro e Marano sulla linea d’attacco. L’attaccante arrivato a gennaio sembra favorito ma il mago nelle sedute di ieri e di oggi ha mostrato ottime giocate, evidenziando un ottimo stato di forma. Quaglio intanto è onnipotente: dopo Florio, ha fatto firmare un contratto anche al tecnico Carbone quale nuovo trainer degli Allievi. 
LUTTO. “Tutta Cosenza sportiva piange oggi la prematura scomparsa di Carmelo Imbriani, che non è riuscito a vincere la sua battaglia contro la leucemia. La squadra della Nuova Cosenza calcio, proprio in occasione dell’ultima partita casalinga contro l’Agropoli, era scesa in campo con undici magliette sulle quali c’era scritto in maniera eloquente “Imbriani i Lupi sono con te”. Carmelo Imbriani ha giocato tre campionati con la maglia del Cosenza calcio, dal 1999 al 2002, disputando complessivamente 46 partite e segnando anche due reti. Ha fatto parte, in particolare, dello splendido gruppo allenato da Bortolo Mutti che nella stagione 2000-01 ha guidato la classifica del campionato di serie B per nove settimane. I tifosi e gli addetti ai lavori non hanno mai dimenticato la “sua” maglia numero sette e le sue serpentine sulla fascia destra. Il suo assist più famoso è stato il cross per Riccardo Zampagna in occasione della leggendaria vittoria sulla Salernitana al San Vito all’ultimo minuto in un San Vito che impazzì di gioia. La Nuova Cosenza calcio è più che mai vicina alla famiglia Imbriani e comunica che domenica prossima, in occasione della partita casalinga contro il Città di Messina, giocherà con la fascia nera di lutto al braccio. Prima dell’inizio della gara sarà osservato un minuto di raccoglimento”.  (f. p.)

Related posts