Cosenza Calcio

Rando: “Stefano Fiore ha fatto la storia e il Cosenza non può metterlo da parte”

Il tecnico del Città di Messina rischia di perdere Bombara e Citro alle prese con una forte influenza. “Spero che si giochi come all’andata quando mandammo in onda un vero inno allo sport“.
rando cittadimessina in panchinaL’allenatore del Città di Messina Pasquale Rando sta facendo molto bene
Settimana delicata per il Cosenza che attende al San Vito il Città di Messina. La compagine siciliana all’andata vinse contro i rossoblù, in una gara fra le più belle di quest’anno. Mister Rando ha preparato minuziosamente il match e dice la sua sull’incontro di domenica. “Non sarà facile per noi ma anche il Cosenza dovrà fare i conti con un undici affamato. La gara dell’andata fu un inno al calcio. Gol, giocate da categoria superiore e un equilibrio in campo rotto dalle giocate degli uomini migliori. Furono novanta minuti di spettacolo puro e in uno stadio come il San Vito sarebbe bello assistere ad uno spettacolo ancora più bello”. Poi il tecnico analizza il match. “Difficile dire come andrà. Conosciamo gli avversari ma non l’ambiente che troveremo. Ho seguito le vicende che sta attraversando la società e spero che non influiscano nell’andamento della gara. La regolarità del match è fondamentale perché Città di Messina e Cosenza vogliono vincere ed hanno le carte in regola per accendere i novanta minuti e far divertire il pubblico”. Poi Rando parla del campionato dei suoi e di quello del Cosenza. “Noi siamo ambiziosi. La società è giovane ed ha messo in piedi un programma molto interessante. Fra i tanti giovani con voglia di emergere, c’è qualche big che sta facendo molto bene. All’andata con il Cosenza capimmo di avere le carte in regola per competere e lo abbiamo dimostrato. Possiamo crescere ma dobbiamo dimostrare tanto. I rossoblu invece non li scopro io. Hanno un organico di gran livello che in partite importanti ha sfoderato prestazioni e giocate da categoria superiore. Spero che in casa silana non si rompa il giocattolo perché realtà come la nostra e la loro, contribuiscono a render bello questo sport”. Prima di chiudere il tecnico dice la sua sul momento dei rossoblu. “Non conosco le dinamiche e non so cosa accade dentro le stanze del club. E’ certo però che rinunciare a Stefano Fiore è un delitto al calcio. Lui ha fatto la storia in Italia. Lo paragono a Schillaci e ad Anastasi perché i talenti che sono esplosi nel nostro sud e tornano qui, solo per amore del nostro bel territorio, non possono essere messi da parte. Una realtà come Cosenza merita i professionisti, ha bisogno di calcare campi importanti e per farlo deve anche passare da professionisti seri che sanno cosa è il calcio. Ripeto, non so cosa accadrà in casa loro, ma leggere da esterno che Fiore è costretto a dimettersi, stride con la voglia di far bene in piazze calde, belle e innamorate del calcio come quelle del Sud”. 
BOMBARA E CITRO CON LA FEBBRE ALTA. Il Città di Messina è una compagine ben organizzata e molto pericolosa da affrontare. I giallorossi finora hanno conquistato 35 punti frutto di 10 vittorie, 5 pareggi e 7 sconfitte realizzando 36 reti e subendone 27. Il Città di Messina ha conquistato la maggior parte dei suoi punti soprattutto tra le mura amiche, infatti, Tiscione e compagni lontani dal Celeste hanno totalizzato solo 9 punti collezionando 2 vittorie, 3 pareggi e ben 6 sconfitte, mettendo la palla in fondo al sacco 12 volte e dovendola raccogliere in 16 occasioni. I ragazzi di Rando nell’ultima gara hanno affrontato l’Acr Messina nel derby cittadino pareggiando per 0-0. Nell’ultima trasferta, invece, si sono dovuti arrendere al Licata perdendo sul terreno dei gialloblù per 1-0. La compagine di mister Rando dopo Cosenza e Savoia ha il miglior attacco del campionato con 36 reti realizzate grazie anche alla vena realizzativa dei suoi due bomber Tiscione e Saraniti che insieme hanno realizzato 16 reti. L’ultima vittoria, infine, dei siciliani in trasferta risale a quattro giornate fa quando si imposero sul terreno di gioco del Sambiase per 2-1. Per la gara di domani, tuttavia, rischiano di essere out Bombara e Citro che hanno la febbre alta, i peloritani sperano di recuperarli in tempo. (Francesco Palermo – Antonello Greco)

Mostra altro

Redazione Cosenza Channel

Cosenza Channel è una testata giornalista nata nel 2008 con l’idea di occuparsi principalmente delle notizie sul Cosenza Calcio. Il successo conseguito sin dai primi anni ha permesso alla testata di avviare una collaborazione televisiva per mandare in onda un format che parlasse di calcio, in particolare dei Lupi e poi delle altre squadre calabresi. La svolta arriva nel 2016, quando la redazione amplia i contenuti del portale d’informazione, pubblicando notizie di attualità. Il 5 settembre 2019 Cosenza Channel si trasforma completamente. Nuova grafica, contenuti esclusivi, con l’obiettivo di crescere e rendere un servizio informativo sempre più attendibile e di qualità.

Articoli correlati

Back to top button
error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it
Close

Adblock Rilevato

Supporta Cosenzachannel.it, disabilita il tuo Adblock per la nostra pagina