Tutte 728×90
Tutte 728×90

Pallavolo, Perri striglia la DeSetaCasa: “Tre punti contro Potenza”

Pallavolo, Perri striglia la DeSetaCasa: “Tre punti contro Potenza”

Il direttore sportivo racconta il post-partita di domenica scorsa ed avverte il suo Cosenza: “Qui bisogna cambiare registro immediatamente perché il club ha fatto degli investimenti”
perri ds desetacasaIl direttore sportivo della DeSetaCasa Cosenza Perri ha suonato la carica
Come un brusco risveglio dopo un incubo: era solo un brutto sogno. La sconfitta subita domenica scorsa tra le mura amiche dai rossoblu contro Genzano va cancellata dalle nebbie della memoria e considerarla solo un incidente di percorso. Questa domenica, infatti, i lupi affronteranno la Energy Italia01 Potenza dell’allenatore-giocatore Mario Marolda. All’andata la DeSetaCasa Cosenza riuscì ad imporsi con un sontuoso 3-0 fermando Nuzzo&co. ed un avversario in netta crisi. Tuttavia, nel proseguio della regular season lo stato delle due formazioni si è ribaltato: negli ultimi otto turni di campionato il Potenza ha innestato un ruolino di marcia invidiabile ottenendo ben sette vittorie ed una sola sconfitta subita contro Monterotondo. La partita,dunque, non sarà delle più semplici ma la prestazione dell’andata, unita alla voglia della squadra di tirarsi fuori dalla zona rossa della graduatoria, saranno le armi in più con cui Di Fino e soci dovranno stendere al tappeto i potentini. Intanto ad analizzare il momento è il direttore sportivo Perri. Lo abbiamo rintracciato appena sceso dall’aereo per far ritorno in città, ma appena la spossatezza lo assale, il timbro vocale si fa tonante e severo. Tipica caratteristica di chi è profondamente innamorato in cuor suo della propria ‘creatura’, del proprio amore.
Direttore può spiegarci cosa è avvenuto dopo il match disputato contro Genzano?
“Dopo la partita noi dirigenti abbiamo sentito il dovere di intervenire tenendo a rapporto giocatori e allenatori nello spogliatoio per una necessaria discussione esplicitando lo stato d’animo della società. Siamo rimasti molto delusi dalla prestazione. Non pretendiamo la luna: si può certamente perdere una partita, ma non così. Tutti gli atleti che compongo questa squadra devono entrare sul parquet con lo spirito giusto. È inaccettabile una prestazione scialba come quella di domenica. Specialmente perché essa è avvenuta in casa sotto gli occhi di tutti, del presidente e dei tifosi. E perché è soprattutto in casa che va fatto risultato”.
Qual è stata la sua personale reazione ?
“Io personalmente sono stato molto duro negli spogliatoi. Ho ribadito a tutti , sia giocatori che allenatori, che chi vuole continuare a giocare con questa maglia o cambia registro oppure può andarsene. La società ha fatto degli investimenti, abbiamo puntato su alcuni giocatori che non stanno esprimendo il massimo e da cui pretendiamo il massimo. Questo è un discorso che vale anche per la loro carriera: devono dimostrare di essere giocatori di categoria altrimenti non troveranno poi sbocchi nel mercato”.
Cosa succederà ora? Qual è la via d’uscita a questa situazione?
“Bisogna cambiare registro. Bisogna dare molto di più. C’è troppa discontinuità di risultati, troppo altalenanti. Siamo partiti ad inizio stagione con un altro spirito,con altri obiettivi ovvero conquistare la salvezza quanto prima possibile per poi giocarci un buon piazzamento. Ci ritroviamo ,oggi, ancora in una durissima bagarre salvezza. La situazione è complessa ma noi non dobbiamo più perdere partite come fatto domenica e, lo ribadisco, soprattutto in casa. In casa va fatto risultato. Ci aspettiamo una reazione già da domenica contro Potenza”.(Pasquale Marzocchi)

Related posts