Tutte 728×90
Tutte 728×90

Montalto-Cosenza: l’avversario

Montalto-Cosenza: l’avversario

I biancazzurri, già senza Ginobili, rischiano di perdere anche Okoroji. Giugno dovrebbe optare per il 4-2-3-1, sistamando Occhiuzzi, Zangaro e Sifonetti alle spalle di Piemontese.
Occhiuzzi montaltoOcchiuzzi è uno degli ex più ammirati. All’andata giocò da otto in pagella (foto rosito)
Il Cosenza domani affronterà il Montalto di Franco Giugno sul terreno di gioco di Paola. La formazione biancazzurra finora ha conquistato 34 punti frutto di 8 vittorie, 10 pareggi e 5 sconfitte realizzando 30 reti e subendone 23. La compagine del presidente De Caro davanti al proprio pubblico ha totalizzato 17 punti collezionando 4 vittorie, 5 pareggi e 2 sconfitte mettendo la palla in fondo al sacco 14 volte e dovendola raccogliere in 10 occasioni. Ramunno e compagni hanno subito le uniche due sconfitte casalinghe contro il Palazzolo per 2-0 e contro il Sambiase per 1-0. Franco Giugno è riuscito a plasmare il Montalto a sua immagine e somiglianza creando un gruppo solido nel reparto arretrato e molto propositivo in avanti grazie anche a giocatori di spessore come Sifonetti, Piemontese, Zangaro e Occhiuzzi che in questa categoria fanno la differenza. Il Montalto, domenica corsa, nonostante una buona prestazione al San Filippo contro l’Acr Messina non è riuscito a portare punti a casa perdendo per 4-2. I ragazzi di Giugno hanno lo stesso ruolino di marcia sia in casa che in trasferta, questo fa capire come i biancazzurri hanno una propria identità e giocano sempre con lo stesso atteggiamento. Mister Giugno per la gara contro il Cosenza non potrà contare sul difensore Ginobili ko a causa di un infortunio muscolare. In dubbio anche il difensore Okoroji che non è al meglio e al 99% non sarà disponibile. Chi, invece, ci sarà è Piemontese che nonostante una botta alla caviglia stringerà i denti per dare una mano ai suoi compagni. Sicura anche la presenza di Pietro Varriale, che all’andata giocò la gara con la maglia del Cosenza, che fungerà molto presumibilmente da difensore centrale, a meno che non si scelga la coppia di marcatori Mirabelli-Scarnato riportandolo sulla corsia sinistra. Il modulo scelto dovrebbe essere il 4-2-3-1. Per quanto riguarda la società anche in casa Montalto non mancano i problemi. Infatti De Caro ha comunicato le dimissioni da presidente, che avranno effetto da lunedì, dichiarando che è stato lasciato solo da parte degli altri soci e dall’amministrazione comunale e che non è più disposto a queste condizioni a continuare ad andare avanti. Una situazione non proprio semplice che potrebbe avere ripercussioni anche sulla squadra. Insomma Montalto e Cosenza scenderanno in campo cercando di non pensare alle vicende societarie e si daranno battaglia per conquistare punti preziosi ai fini della classifica. Il Cosenza è chiamato a dare una grande risposta sia per continuare la rincorsa nei confronti dell’Acr Messina e sia per cancellare quella bruciante sconfitta patita all’andata contro i biancazzurri al San Vito per 3-0.  (Antonello Greco)

Related posts