Tutte 728×90
Tutte 728×90

Gagliardi: “Adesso voglio che il Cosenza resti umile”

Gagliardi: “Adesso voglio che il Cosenza resti umile”

Il tecnico applaude gli avversari: “Grande gara del Montalto, noi non dobbiamo montarci la testa però. Dedico la vittoria alla mia famiglia che mi sta supportando in questi frangenti”.
gagliardi contro montalto ritornoGagliardi urla come un dannato per spingere i suoi alla vittoria (foto mannarino)Gianluca Gagliardi si presenta in sala stampa provato ma abbastanza contento per il risultato ottenuto dal suo Cosenza che ha battuto al fotofinish il Montalto avvicinandosi notevolmente alla testa della classifica. “Innanzitutto ci tengo a fare un plauso al Montalto che ha giocato una grandissima partita. Abbiamo fatto i primi 25 minuti alla grande poi dopo che il Montalto è rimasto in dieci ci siamo un po’ seduti e siamo stati più lenti e prevedibili nella manovra consentendo ai biancazzurri di difendersi bene”. Nel secondo tempo il Cosenza cambia l’assetto tattico per dar fastidio agli avversari senza però riuscirci più di tanto. “ Nella ripresa abbiamo messo un uomo largo per aprire la difesa avversaria ma purtroppo siamo stati molto lenti e non siamo riusciti a dar troppo fastidio alla difesa di casa”. Guadalupi nonostante le precarie condizioni ancora una volta è stato determinante. “Mirko fino a questa mattina aveva la febbre ma come al solito ha fatto un’ottima partita. Ormai lo conosciamo bene, per noi è una garanzia”. I rossoblù nonostante la superiorità numerica in alcune occasioni hanno subito l’offensiva del Montalto. “A causa di alcune indecisioni della difesa abbiamo consentito ai nostri avversari di rendersi pericolosi ma Cutrupi ha fatto delle ottime parate”. Il Montalto si è presentato a questa gara senza due pedine fondamentali come Okroji e Ginobili. “Nelle difficoltà le forze si raddoppiano forse proprio l’assenza dei due difensori centrali ha dato più sicurezza al Montalto”. Adesso non bisogna abbassare la guardia e giocare ogni gara come se fosse una finale. “Non dobbiamo montarci la testa e pensare ad una partita per volta. Questa è una grande squadra e lo sta dimostrando, ma deve rimanere con i piedi per terra”. Oggi al Tarsitano tanti erano i tifosi rossoblù. “Encomiabili i nostri sostenitori che ci hanno trascinato alla vittoria. Dedichiamo la vittoria a Guaraacio che è il suo compleanno. Personalmente, però, dedico la vittoria a mia moglie e a mia figlia che mi stanno sopportando”. (m. s.)

Related posts