Tutte 728×90
Tutte 728×90

Pallavolo, nessuna reazione dalla DeSetaCasa. Cosenza ko a Potenza (3-1)

Pallavolo, nessuna reazione dalla DeSetaCasa. Cosenza ko a Potenza (3-1)

I rossoblù cadono sotto i colpi di Nuzzo e co. per 3-1. Classifica sempre più nera e domenica prossima in casa arriva Giarratana: match salvezza da dentro-fuori.
marco spadafora in azioneeMarco Spadafora sotto rete nel tentativo di segnare un punto per Cosenza (foto rosito)
La reazione che tanto ci si attendeva dalla squadra bruzia non c’è stata. La forte strigliata dell’intera dirigenza ad atleti e allenatori non ha sortito gli effetti sperati, almeno in terra lucana. Certo, la partita non era delle più indicate per poter far risultato; ad ogni modo, la langue classifica ed il risultato dell’andata (n.b.Cosenza aveva centrato la sua prima vittoria in campionato proprio contro questa squadra), lo imponeva rigorosamente l’orgoglio. Ma oltre il danno anche la beffa: Giarratana, team trasformato rispetto al girone d’andata ha sbancato con un netto 3-0 la Pallavolo Messina. Per cui il team di Via Liceo ora si ritrova in terz’ultima posizione con quattro punti in meno dalla coppia formata dal Gaeta e dal Giarratana, volate a quota 19 punti in classifica. Proprio Giarratana domenica prossima farà visita nella tana dei Lupi al “Ferraro”, per quella che già si preannuncia come una gara da “dentro o fuori”. Ora Cosenza non può più sbagliare. La serie B1 è legata ad un filo sottilissimo. CRONACA. Coach Jeroncic schiera il sestetto base, con Andropoli e Di Fino in diagonale; Malluzzo e Galabinov in banda; Muccio e Smiriglia al centro con De Marco libero. Il Potenza risponde con l’allenatore-giocatore Marolda a far coppia con Maiorana in banda; Nuzzo e Parisi in diagonale; Turano e Granito al centro con Benedetto libero. Nel primo set parte subito forte la formazione potentina: Nuzzo e soci sfruttano due ace e vanni sul 7-1, prima dell’attacco vincente di Malluzzo che ferma il break point. Al primo tempo tecnico la DeSetaCasa Cosenza insegue per 8-3 e rientra in campo decisa a sovvertire le sorti del parziale, guidata dal solito Malluzzo. Nella fase centrale del set i cosentini riescono a trovare il break che li riporta prepotentemente in corsa e si assestano sul 14 pari grazie al muro vincente di Muccio. Al secondo tempo tecnico, però, è sempre la squadra di casa ad andarci in vantaggio (15-16 con errore al servizio di Di Fino). I rossoblù silani rimangono sempre a minima distanza dagli avversari, senza mai riuscire a realizzare il sorpasso. Dal 24-20 per Potenza, Malluzzo e Muccio mandano in apprensione i lucani (24-22), costringendo Marolda ad interrompere il gioco; al rientro delle formazioni in campo ci pensa Nuzzo a chiudere sul 25-22. Nel secondo parziale la DeSetaCasa Cosenza parte ancora con il piede sbagliato e si ritrova sotto al primo time out tecnico per 8-3 dopo un muro del centrale potentino Granito. I Lupi sembrano imbambolati e subiscono ancora un break di Nuzzo e soci che si portano sul 12-6. Il set sembra compromesso, ma la DeSetaCasa Cosenza non ci sta e reagisce con i colpi di Di Fino e Malluzzo. Al secondo time out tecnico Potenza è ancora avanti e va sul 16-11 con il mani out di Turano su Galabinov che porta alla sostituzione del laterale bulgaro con Garofalo. Nuzzo commette un errore in servizio e la DeSetaCasa Cosenza si rimette in carreggiata grazie ai colpi di Di Fino e Smiriglia. Dal 17-19 (errore al servizio dell’opposto cosentino) i Lupi piazzano un break importantissimo: un attacco di seconda di Andropoli; i muri di Muccio e gli attacchi di Di Fino portano la DeSetaCasa in vantaggio per 19-22. I silani sono lanciati e Potenza può poco, poi ancora Di Fino mette lo zampino sul punto del 22-25 finale che riporta in parità le squadre nel conto set. Nel terzo set Cosenza inizia sbagliando molto e si ritrova sotto per 8-5 al primo time out tecnico (tre punti siglati da Smiriglia e due errori dei padroni di casa). Malluzzo, Muccio e Smiriglia provano a tenere a galla la DeSetaCasa, ma Potenza aumenta il vantaggio, portandosi sul 16-10 al secondo tempo tecnico con l’attacco vincente di Turano dal centro. Garofalo subentra ancora a Galabinov, ma la DeSetaCasa Cosenza non riesce a rialzarsi, commette troppi errori e deve cedere sotto i colpi di Nuzzo, Granito e Maiorana. Gli attacchi vincenti di Muccio, Garofalo e Smiriglia possono poco, e Potenza chiude il set sul 25-15. Nel quarto set Galabinov parte dalla panchina, ma la musica non cambia. Gli errori in battuta di Garofalo, Smiriglia e Malluzzo – uniti agli attacchi di Nuzzo, Turano e Maiorana – portano Potenza sull’8-4 al primo time out tecnico. La DeSetaCasa Cosenza prova a riaprire la gara, ma la squadra di Marolda va al secondo tempo tecnico sul 16-10. L’attacco vincente di Muccio e l’ace di Di Fino sembrano quasi dare il la ad una rimonta (16-12), ma Potenza risponde subito con un altro break (20-13 con Maiorana) e, giocando la fase finale di gara sul cambio palla, chiude set e incontro. (Pasquale Marzocchi)

Il tabellino
Energy Italia01 Potenza-DeSetaCasa Cosenza 3-1
(25-22; 22-25; 25-15; 25-17)
Durata Set: 28′; 29′; 25′; 26′.
Energy Italia01 Potenza: Parisi 3; Nuzzo 21; Maiorana 14; Turano 11; Granito 10; Marolda 13; Benedetto (L1 – 76% ric. pos.; 21& ric. prf.); Pacilio (L2). Non Entrati: Tartaglia; Cuccarese; Calabrese; Pierangeli; Bochicchio ; Barbaro. Allenatore: Mario Marolda.
Ace 3; battute sbagliate 10; muri punto 13; ricezione positiva 76%, perfetta 20%.
DeSetaCasa Cosenza: Andropoli 1; Di Fino 11; Malluzzo 10; Garofalo 5; Galabinov 6; Muccio 13; Smiriglia 15; De Marco (L – 90% ric. pos.; 50 % ric. prf. ); Rizzuto; Colarusso. Non Entrati: Piluso; Perri. Allenatore: Zoran Jeroncic.
Ace: 2; battute sbagliate 14; muri punto 12; ricezione positiva 85%, perfetta 43%.
Arbitri: Bonafiglia Barbara (Caserta); Supino Stanislao (Caserta).

Related posts