Tutte 728×90
Tutte 728×90

Strano: “Il Paternò darà battaglia. Messina e Cosenza all’ultimo respiro”

Strano: “Il Paternò darà battaglia. Messina e Cosenza all’ultimo respiro”

Il tecnico etneo: “La mia squadra non si è allenata per tutta la settimana causa problemi economici. Vedo un po’ meglio i rossoblù anche se i siciliani hanno calciatori di esperienza”.
strano paternòPippo Strano, il tecnico del Paternò in occasione della gara di andata (foto shartella)
Il Cosenza con il Paternò e il Messina con il Palazzolo. Il prossimo turno di campionato mette le squadre che comandano la classifica contro formazioni in cerca di punti per chiudere il discorso salvezza. Dopo il successo con il Montalto però, la classifica dei silani è migliorata con due punti di distacco dai peloritani. Contro la squadra di Pippo Strano quindi, i rossoblu dovranno giocare per un solo risultato. Una vittoria per sperare in un passo falso del Messina e spingersi in avanti in questo rush finale. Di mezzo però, c’è il Paternò di Pippo Strano. Il tecnico è pronto alla sfida ma confessa che la sua squadra in questa settimana ha incontrato grossi problemi nella preparazione della gara. “Sarà un incontro difficile contro una vera e propria corazzata. All’andata i silani mi impressionarono per grinta, corsa e qualità ma noi vogliamo trovare punti per centrare la permanenza in D. In settimana non ci siamo allenati e abbiamo ripreso ieri. E’ impensabile che una squadra come la nostra, con un solo stipendio ricevuto in un’intera stagione, sia li a lottare in classifica. Questo è merito dei ragazzi e anche un po’ mio ed è frutto della grinta che metteremo in campo anche contro il Cosenza”. Poi l’allenatore parla dei suoi e della lotta promozione. “Credo che sia importante avere in squadra uno zoccolo duro di uomini che scendono in campo per vincere. Il mio Paternò sta compiendo un miracolo e dispiace per i problemi economici perché la rosa è da playoff. E’ un po’ quello che accade anche a Cosenza. Hanno diversi giocatori che amano la maglia e sul terreno di gioco questo si vede. I rossoblu lotteranno con il Messina fino all’ultimo giro d’orologio ma credo che lo scontro diretto inizierà a dare i primi responsi. Sarà una corsa a due equilibrata e credo che sul campo i calabresi danno qualcosa in più, ma non sottovaluto l’esperienza del Messina che si fa sentire. Contro di loro dovevamo vincere e ci è stato annullato un gol regolare. Alla fine hanno strappato un pareggio immeritato e un’altra squadra invece avrebbe perso. Con questo voglio dire che se hai giocatori forti e navigati nel torneo, la tua squadra ha un’arma in più”. In chiusura l’allenatore ritorna sulla gara del San Vito. “Ci mancheranno due giocatori importanti che erano in diffida e sono stati squalificati (Zumbo e La Marca). Noi non possiamo fare calcoli perché chi va in campo deve farlo per vincere e chi affronterà il Cosenza proverà ad uscire dal terreno di gioco con punti pesanti”. (f. p.)

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it