Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza, ancora fermo Parisi. Prove sul sintetico

Cosenza, ancora fermo Parisi. Prove sul sintetico

Il difensore ha svolto una seduta dal fisioterapista per riprendere in vista della prossima gara. Presenti a bordocampo Stefano Fiore e il presidente Guarascio.
parisi con fioriAniello Parisi ha consegna dei fiori in Curva Sud prima del match col Palazzolo (foto shartella)
Prosegue la preparazione del Cosenza che è pronto alla sfida con il Palazzolo. Prima della partenza prevista per domani, Gianluca Gagliardi ha voluto verificare la tenuta dei suoi uomini sul sintetico. Il gruppo ha quindi svolto la classica partitella nella struttura della Popilbianco. La squalifica di Adriano Fiore, priverà i silani di uno degli elementi migliori della stagione. Gagliardi lo sa bene e non ha ancora scelto chi prenderà il suo posto. Nell’undici provato oggi, l’allenatore ha visto all’opera Cutrupi fra i pali, con la Filidoro e Cavallaro sulle corsie esterne, e Sicignano con Parenti in mezzo. A centrocampo, accanto a Benincasa e Salvino, è sceso in campo Piromallo che si gioca con Paonessa un posto da titolare. In avanti sarà come sempre Guadalupi a fare da rifinitore alle spalle di Mosciaro e probabilmente Foderaro. Unico assente Aniello Parisi. Il capitano si è fermato ieri ed oggi ha sostenuto una seduta dal fisioterapista per provare ad esserci. Continua intanto la querelle fra il club e Pietro Arcidiacono. Il giocatore non ha ricevuto gli stipendi da ottobre, ed è da tre giorni ai margini del gruppo. Il presidente Guarascio dovrà essere tempestivo, perché le sirene dei club di categorie superiori, stanno allarmando i tifosi di Biccio. Lui pensa al Cosenza ma è evidente che in questa situazione, un suo trasferimento potrebbe diventare molto più probabile. Avranno parlato forse anche di questo Stefano Fiore, Aristide Leonetti, Eugenio Guarascio e Domenico Quaglio, presenti oggi all’allenamento. Pochi i contatti durante la seduta. Intensa invece la discussione subito dopo. Il gruppo intanto partirà domani e sosterrà la rifinitura sempre in Sicilia. Poi l’arrivo a Palazzolo dove sarà necessario strappare i tre punti per proseguire nella corsa alla vetta. (f. s.)

Related posts