Tutte 728×90
Tutte 728×90

Pallanuoto M.: Tubisider, boccata d’ossigeno contro la R.N. Palermo (13-4)

Pallanuoto M.: Tubisider, boccata d’ossigeno contro la R.N. Palermo (13-4)

La squadra silana chiude il primo quarto sul 5-0. Scatenato Morrone autore di quattro reti. Da segnalare l’ottima prova dei due portieri Palermo e Caruso. Osservato un minuto di raccoglimento per la scomparsa di Alberto De Seta.
Enrico Caruso portiere tubisiderEnrico Caruso, portiere della Tubisider Cosenza, respinge un tiro di Bivacqua (foto mannarino)

Riecco la Tubisider. Quella determinata, devastante. Vincente, per la farla breve. Contro il fanalino di coda Rari Nantes Palermo quello che più si temeva era l’aspetto psicologico. Il pallone pesava più di ogni altra volta. Perché fallire, ancora una volta in casa, significava sotterrare definitivamente ogni speranza di poter risalire in classifica. Invece, sin dall’inizio, Trocciola e compagni sono stati capaci di imprimere ritmo e gioco. Dopo due sconfitte casalinghe ecco il primo successo dinanzi al pubblico amico. Il risultato finale (13-4) la dice lunga sui reali valori delle due squadre che, alla vigilia, si affrontavano da penultima e ultima della graduatoria. Una vittoria importante quella della Tubisider che rilancia le ambizioni di classifica della formazione cosentina. La compagine siciliana ha cercato di fare quello che ha potuto ma contro la Tubisider di oggi sarebbe stato difficile per chiunque. Partita archiviata già dopo il primo parziale che la squadra di casa ha chiuso sul 5-0. Qualche errore di troppo di Trocciola e compagni ha consentito agli ospiti di aggiudicarsi la seconda frazione di gioco (1-2). Ritorno dei padroni di casa nel terzo (3-0) e quarto tempo (4-2). Tre punti che sono una boccata d’ossigeno per i silani in vista del prossimo match contro Pozzillo. In evidenza tra i marcatori cosentini il giovane mancino Paolo Morrone, autore di ben quattro reti. Da segnalare anche che è stato osservato un minuto di raccoglimento ricordare la figura di Alberto De Seta (padre di Emilio proprietario dell’azienda Tubisider) scomparso nei giorni scorsi. (p. b.)

TUBISIDER COSENZA-RARI NANTES PALERMO ’89 13-4
(5-0/1-2/3-0/4-2)
TUBISIDER COSENZA: Palermo, Morrone (4), Marozzo, Chiappetta, Bellone (1), Trocciola (3), Talotta (1), Spadafora, Fasanella F., Fasanella I. (1), Manna (3), Guaglianone, Caruso. Allenatore: Francesco Manna
RARI NANTES PALERMO: Urso, Greco, Fiore, Pagano, Anzalone (1), Chianello, Amato (1), Calaiò, Bivacqua, Seidita (1), Serra (1). Allenatore: Antonio Calaiò
ARBITRO: sig. Mattia Bernini di Milano

Related posts