Cosenza Berretti

Juniores: Cosenza allo sbando. I lupacchiotti crollano a Monopoli (6-2)

Pellegrino porta in vantaggio i silani che nella ripresa subiscono il ritorno dei padroni di casa. La squadra era rimaneggiata ma ora gli errori pesano.
juniores azzurra
La sintesi della gara giocata dal Cosenza a Monopoli è tutta in un numero statistico. In novanta minuti, i rossoblu, hanno subito poco meno della metà dei gol incassati in tutta la stagione. Un crollo sicuramente fisico, dovuto alle assenza, ma indubbiamente anche psicologico. La pressione del Brindisi si sente e le vicende che hanno coinvolto il settore giovanile, senza nulla togliere a chi prova a guidarlo, stanno pesando sul gruppo. I ragazzi sono stati costretti a cambiare guida, uomini e struttura ed è difficile pensare che la involuzione sia solo un fattore tecnico. E’ forse anche azzardato incolpare chi gestisce ora la squadra ma stravolgere un intero settore che annovera più di sessanta ragazzi non è costruttivo, senza dover per forza sottolineare chi c’era prima e chi c’ora, le qualità degli uni e l’esperienza degli altri. Non vogliamo dare giudizi agli uomini ma il dato di fatto è che la scelta della società, di lasciare orfana questa squadra di una guida, nel momento in cui il Cosenza era primo e viaggiava a gonfie vele, è indubbiamente sbagliata. Lo dicono i fatti, nonostante il buon avvio dei ragazzi in rossoblu a Monopoli. Il gol di Pellegrino su punizione sembrava poter spianare la strada ad una squadre che ha dominato i primi dieci minuti. Poi il blackout psicologico, così come confermano i ragazzi. Il Cosenza si è innervosito dopo aver subito il pari e in cinque minuti ha incassato la rimonta del Monopoli che al 15′ era in vantaggio per tre reti ad una. Doppio Ruggiero e gol di Zizzi per i pugliesi che al minuto trentacinque hanno lasciato spazio a Rossi, bravo a riportare in gara il Cosenza. Nella ripresa però arriva il crollo totale dei silani che dopo cinque minuti subiscono la rete di Tagliente e al 70′ il pokerissimo di Pugliese. Florio perde il portiere Fabiano e De Luca e il Monopoli completa la goleada ancora con Ruggiero. Sei a due e lupacchiotti di ritorno in città con le pive nel sacco. Una battuta d’arresto può starci ma preoccupa il modo in cui il Cosenza, pur privo di pedine importanti, abbia perso la sua qualità migliore. La voglia di vincere, che sembra essere andata via con le mosse azzardate e discutibili del club. (f.r.)

MONOPOLI: Le Grottaglie, Civetta, Settanni, Pastore, Tagliente, Cascione, Zizzi, Pugliese, Ruggero, Mileto, Mastromarino. In panchina: Basile, Lamanna, Gattaviano, Zampa, Specchio, Corbacio. Allenatore: Fonte
COSENZA: Fabiano (10′ st Reda), Pansera, Pellegrino, Carbonaro, De Luca (25′ pt Rossi), Rocca, Novello, E. Morelli, Magarò, Rino, Perna (30′ st M. Morelli). In panchina: A. Morelli, Fiorita, Tenuta
MARCATORI: 7′ pt Pellegrino, 10′ pt Ruggero, 12′ pt Zizzi, 15′ pt Ruggero, 35′ pt Rossi, 5′ st Tagliente, 20′ st Pugliese, 43′ st Ruggero

Mostra altro

Redazione Cosenza Channel

Cosenza Channel è una testata giornalista nata nel 2008 con l’idea di occuparsi principalmente delle notizie sul Cosenza Calcio. Il successo conseguito sin dai primi anni ha permesso alla testata di avviare una collaborazione televisiva per mandare in onda un format che parlasse di calcio, in particolare dei Lupi e poi delle altre squadre calabresi. La svolta arriva nel 2016, quando la redazione amplia i contenuti del portale d’informazione, pubblicando notizie di attualità. Il 5 settembre 2019 Cosenza Channel si trasforma completamente. Nuova grafica, contenuti esclusivi, con l’obiettivo di crescere e rendere un servizio informativo sempre più attendibile e di qualità.

Articoli correlati

Back to top button
error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it
Close

Adblock Rilevato

Supporta Cosenzachannel.it, disabilita il tuo Adblock per la nostra pagina