Tutte 728×90
Tutte 728×90

Pallavolo, strepitosa DeSetaCasa: secco 3-0 a Casandrino

Pallavolo, strepitosa DeSetaCasa: secco 3-0 a Casandrino

I rossoblù si esaltano al PalaFerrraro contro l’ormai ex capolista partenopea ottenendo tre punti d’oro in chiave salvezza. Sontuosa prstazione di Galabinov autore di 15 punti.
esultanza vittoria contro casandrinoL’esultanza della DeSetaCasa Cosenza dopo la vittoria contro Casandrino (foto rosito)
Vince una partita delicata la DeSetaCasa Cosenza: Malluzzo e soci ottengono tre punti dallo scontro con la capolista Almamater Casandrino e si lanciano decisi alla rincorsa della salvezza. Coach Marano manda in campo la formazione solita con Andropoli e Di Fino in diagonale; Malluzzo e Galabinov laterali; Muccio e Smiriglia al centro con De Marco libero. I partenopei rispondono con Libraro e Scialò in diagonale; Canzanella e Flaminio laterali; Cuomo e D’Avanzo al centro con Coppola libero. La DeSetaCasa Cosenza parte subito bene nel primo set: al primo time out tecnico èavanti 8-5. I rossoblù sciupano il vantaggio e vengono riacciuffati dal Casandrino, ma al secondo tempo tecnico la DeSetaCasa è comunque avanti (16-15 mani out di Galabinov ). I Lupi ed i partenoperi giocano molto sul cambio palla. Cosenza allunga nelle fasi finali del parziale: prima Malluzzo realizza un mani out- molto contestato dagli avversari, poi Canzanella viene fermato dal muro bruzio e la DeSetaCasa va sul 20-18. Le squadre giocano punto a punto e Di Fino realizza il punto del 24-23 con un attacco vincente ancora contestato dagli ospiti. La set ball viene annullata e le contendenti vanno ai vantaggi, vinti dai padroni di casa grazie all’attacco out dell’ex Segrate, Canzanella. Nel nsecondo set il Casandrino prende a macinare punti ed al primo tempo tecnico e sul’ 6-8 con l’attacco vincente di Flaminio da posto quattro; poi allunga sino al 10-14 dopo un attacco di Galabinov che la coppia di fischietti vede out. La DeSetaCasa reagisce e si porta sul 14-15 grazie a Di Fino (attacco vincente) ed all’errore in attacco del laterale ospite Flaminio, ma D’Avanzo porta i suoi sul 14-16. I cosentini continuano ad inseguire gli avversari fin quando non piazzano un break importantissimo: sotto per 18-19 i Lupi ribaltano il punteggio e passano a condurre per 21-19 (Galabinov in attacco più un ace di Malluzzo). La DeSetaCasa, rinfrancata dopo l’ingresso di Spadafora per Smiriglia, va sul 24-22 con il bel muro del centrale subentrato al numero quattordici sull’opposto napoletano. Casandrino annulla la palla set, poi Montò sbaglia il servizio e Cosenza va sul 2 a 0. Il terzo set è quasi un soliloquio rossoblù. La DeSetaCasa Cosenza mette in crisi gli avversari battendo su Flaminio e acquisisce subito un discreto vantaggio. Spadafora parte titolare ed al primo time out tecnico i Lupi sono avanti 8-3 (ace di Muccio), poi la DeSetaCasa va sul 10-4 con il bel tocco di seconda intenzione del palleggiatore Andropoli. DiFino, Galabinov e compagnia sono inarrestabili e Cosenza va sul 16-9 al secondo tecnico, anche se perde il centrale Muccio caduto male da muro e subito soccorso dallo staff di fisioterapisti. I Lupi rientrano in campo e dilagano portandosi rapidamente sul 21-13 (diagonale di Galabinov da posto quattro). Qui la DeSetaCasa Cosenza, forse già convinta di aver fatto suo il match, molla la presa concedendo troppo ad un avversario apparso alle corde. D’Avanzo sigla l’ace del 23-18, poi Malluzzo ferma l’emorragia di punti siglando il mani out del 24-18. C’è tempo per un altro punto ancora di Casandrino, poi Galabinov sale in cielo e mette a terra in pipe la palla decisiva del 25-19 finale.

Il tabellino:
DeSetaCasa Cosenza-Alma Mater Casandrino 3-0
(26-24; 25-23; 25-19)
Durata set: 34′; 36′;29′. Totale 1 h 39 ‘.
DeSetaCasaCosenza: Andropoli 3; Malluzzo 10; Garofalo n.e. ; De Marco (L); Di Fino 15; Rizzuto (L2) n.e. ; Muccio 5; Piluso n.e. ; Galabinov 12; Perri n.e. ; Smiriglia 3; Colarusso n.e. ; Spadafora 5. Allenatori: Fabrizio Marano; Gaetano Lo Bianco.
Ace:3 . Battute sbagliate: 6 . Muri punto: 7 .
Alma Mater Casandrino: Cuomo 9; Scialò 20; Canzanella 10; D’Avanzo 7; Coppola (L); Libraro ; Flaminio 7; Montò ; Falanga ; Picillo n.e. ; Foniciello n.e. Allenatore:Michele Romano.
Ace: 4. Battute sbagliate: 14 . Muri punto: 3.
Arbitri: Fabio Scarfò (RC); Giovanni Rizzica (RC).
Note: Spettatori 300 circa. Presente una delegazione di studenti della Scuola Media “De COubertin” accompagnata dal Professor Roberto Costabile.

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it