Tutte 728×90
Tutte 728×90

Pugilato, Mazzotta campione superwelter

Pugilato, Mazzotta campione superwelter

Nel torneo categoria esordienti disputato a Marsala, il cosentino della Boxe Popolare conquista il titolo interregionale. Soddisfatti i tecnici Tallarico e Rizzuti.
mazzotta box popolareIl giovane Alessandro Mazzotta della Boxe Popolare col trofeo in mano
E’ il cosentino Alessandro Mazzotta della Boxe Popolare Cosenza il nuovo campione interregionale esordienti nella categoria 69 Kg Youth. Il pugile bruzio si è, infatti, imposto al termine della finale del torneo, disputato nel fine settimana scorso sul ring di Marsala. L’evento egregiamente organizzato dall’associazione sportiva Lilybetana Boxe, ha visto protagonisti i migliori pugili esordienti siciliani e calabresi inquadrati nelle categorie giovanili degli schoolboys, junior e youth. Nella categoria youth, che vede impegnati i giovani di età comrpesa tra i 17 ed i 19 anni, la finale dei 69 Kg è stata un derby tutto calabrese tra Santo Battaglia della Reggio Calabria Boxe e Mazzotta. Un bel match: i due giovani pugili hanno dato spettacolo sul ring di Marsala. Un ottimo spot pubblicitario per il pugilato calabrese, che negli ultimi anni prima sotto la guida di Vanessa Avolio e poi di Alfredo Ceccherini ha registrato una notevole crescita sia in termini numerici che qualitativi. I due giovani pugili hanno dimostrato di essere atleti di prospettiva con buone potenzialità, dando vita ad un combattimento molto corretto e piuttosto piacevole, sfilato via tra rapide azioni di attacco e contrattacco. A fare la differenza la maggiore personalità sul ring del cosentino ed anche alcune buone che in alcune circostanza hanno costretto Battaglia sulle corde. Battaglia. Il reggino pur essendo dotato di un pugno piuttosto potente, ha faticato a trovare le giuste distanze e la giusta continuità nel mettere a segno i colpi, subendo in alcune circostanze la verve dell’avversario. Tutte e tre le riprese hanno visto prevalere Mazzotta nel punteggio. Il cosentino in una circostanza ha anche costretto l’arbitro dell’incontro al conteggio nei confronti di Battaglia. Il verdetto finale di vittoria ai punti è giusto e premia il lavoro del pugile bruzio, che, accompagnato all’angolo dai tecnici Tallarico e Rizzuti, a Marsala conquista il primo trofeo in carriera, mostrandosi in crescita tecnica ed atletica rispetto alla prestazione offerta a febbraio sul ring di Matera. Battaglia scende dal ring di Marsala a testa alta: la sconfitta è giusta, ma l’esperienza sul ring ed il lavoro sotto la guida del maestro Marra gli consentiranno senz’altro di ottenere i traguardi che merita. Per gli appassionati calabresi di pugilato, l’appuntamento è adesso fissato per il 13 aprile a Rende, in occasione del secondo trofeo “Kia voglia di lottare”, che dopo il grande successo della prima edizione quest’anno vedrà opposti i pugili della Calabria ai loro colleghi Lucani.

Related posts