Tutte 728×90
Tutte 728×90

Sorriso Cosenza, Benincasa è salvo: il deferimento è improcedibile

Sorriso Cosenza, Benincasa è salvo: il deferimento è improcedibile

La Commissione Nazionale Disciplinare ha deciso di non accogliere la richiesta della Procura e di non squalificare il centrocampista. Era pronto il ricorso alla Corte di Giustizia.
benincasa su saranitiGiuseppe Benincasa in pressione su Saraniti nel match col Città di Messina (foto mannarino)
La Commissione Nazionale Disciplinare non ha squalificato Giuseppe Benincasa per tre mesi, non infliggendo al calciatore del Cosenza nemmeno la multa di trentamila euro. Era questa, infatti, la richiesta formulata giovedì scorso dalla Procura Federale per quanto concerne il filone sportivo dell’inchiesta “Contrattopoli” partita da Catanzaro. La squalifica, infatti, avrebbe riguardato il periodo in cui il centrocampista rossoblù militava tra le file delle Aquile ed era ancora in vita l’FC Catanzaro. Secondo l’accusa sarebbero stati stipulati più contratti tra il club e i tesserati che sarebbero andati a copertura di ulteriori somme di denaro. Benincasa è difeso dall’avvocato Alessandro Calcagno che, per la stessa vicenda, ha già ottenuto una vittoria. Francesco Corapi, adesso alla Nocerina in Prima divisione, ricevette il 12 febbraio una squalifica di tale entità, ma ricorrendo però alla Corte di Giustizia, Calcagno riuscì ad annullare la sanzione dopo qualche settimana. Proprio in virtù di questo precedente, la vicenda si è conclusa con un nulla di fatto, con la Commissione Nazionale Disciplinare che ha dichiarato “improcedibile il deferimento disposto nei confronti dei signori Giuseppe Benincasa e Antonio Aiello”.  (Luigi Brasi)
CLICCA QUI PER VOTARE IL NUOVO SONDAGGIO DI COSENZACHANNEL.IT

Related posts