Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza, Arcidiacono show. Con la Paolana è 4-1

Cosenza, Arcidiacono show. Con la Paolana è 4-1

Gagliardi prova Pesce con Benincasa e Fiore nei tre di centrocampo. Sicignano e Cavallaro acciaccati, pronti Bruno e Parenti. Domani prevista una seduta di scarico.
biccio e gagliardiGagliardi fa un discorso alla squadra. Arcidiacono ascolta con attenzione (foto mannarino)
E’ Pietro Arcidiacono in casa silana l’uomo del giovedì. L’attaccante catanese, purtroppo per il Cosenza, è spesso il più decisivo nelle gare in famiglia e lo è stato anche oggi con la silana. Due reti per lui nel definitivo 4-1 rifilato alla volitiva compagine guidata da Andreoli. Gagliardi ha sfruttato quindi l’occasione per verificare il 4-3-1-2, accantonato nelle ultime due gare, e provare le soluzioni migliori da opporre alla Cavese. L’allenatore rossoblù ha quindi mandato in campo Cutrupi fra i pali con Bruno e Filidoro sulle corsie esterne in difesa e Parenti e Parisi in mezzo. Nel centrocampo a tre è partito titolare Pesce con Fiore e Benincasa mentre Guadalupi ha ispirato le iniziative di Mosciaro e Foderaro, schierati di punta. Il primo tempo si è chiuso sull’1-1 con le reti messe a segno da Perrelli (ex dell’incontro così come Fabio, Alassani e Piluso), e da Foderaro. Nella ripresa i silani hanno cambiato uomini e modulo, passando di fatto ad un più classico 4-4-2. Le reti che hanno chiuso la contesa sono stare firmate da Arcidiacono, autore di una bella doppietta e da Le Piane. Sono i giovani pertanto a mettere in difficoltà l’allenatore nelle scelte. A centrocampo è scontata la presenza di Fiore e Benincasa mentre per l’altro posto è aperta la corsa a tre fra Pesce, Salvino e Piromallo, che nel secondo tempo della partitella ha messo in mostra giocate interessanti e tanta corsa. Anche Reda e Le Piane si sono disimpegnati bene ma per loro sarà difficile trovare spazio. In difesa resta qualche dubbio viste le condizioni di Cavallaro e Sicignano. L’esterno ha giocato qualche minuto nel match del giovedì mentre il centrale di difesa non ha preso parte alla gara. I due calciatori soffrono a causa di lievi problemi muscolari ma non sono in dubbio e dovrebbero trovare posto nell’undici titolare. Scigliano, Gassama e Straface erano invece fermi ai box e non saranno fra i convocabili. Domani Gagliardi effettuerà le ultime prove in vista della partenza e la squadra inizierà una fase di scarico dopo le pesanti sedute d’allenamento di inizio settimana. Tutto pronto quindi per una gara delicata che potrebbe cambiare il corso del torneo. A Cava de’ Tirreni i Lupi non vincono da quasi sessanta anni ma la squadra di Gagliardi, a Ribera e a Vallo della Lucania, ha dimostrato di essere in grado di gestire la pressione e spuntarla nelle situazioni difficili. (f. r.)

Related posts