Tutte 728×90
Tutte 728×90

La Juniores si laurea campione davanti a Candelieri e Trocini

La Juniores si laurea campione davanti a Candelieri e Trocini

I Lupacchiotti battono 3-0 nella ripresa il Taranto con gol di Rossi, Le Piane e Perna e superano il Brindisi in classifica. Grande gioia per chi ha assemblato la squadra in estate.
festa juniores campioneL’esultanza della Juniores campione verso Candelieri, Trocini e Ciardullo (foto mannarino)
Alla fine la Juniores del Cosenza ce l’ha fatta vincere il campionato di appartenenza nonostante le due sconfitte nelle ultime otto gare, ma c’è voluto il secondo tempo dell’ultima partita contro il Taranto per dare il via alle danze. Le reti di Rossi, Le Piane e Perna hanno permesso agli uomini di Florio di superare il Brindisi in classifica e di guardare tutti dall’alto. E’ la vittoria di Francesco Candelieri che ha allestito e curato ogni dettaglio del settore giovanile fin quando non è arrivata la rottura con Quaglio. Il “presidente” era presente a bordo campo insieme al ds Ciardullo e all’ex allenatore Brunello Trocini. Con gli occhi gonfi hanno salutato quella che era la sua nidiata, ricevendo il più bello dei regali quando all’1-0 tutta la squadra è corso verso di loro. CRONACA. Nel primo tempo le squadre si studiano. Il Taranto chiude bene tutti i varchi giocando attentamente  in difesa e con ordine a centrocampo. Il Cosenza ne risente e non riesce a far breccia fra le maglie pugliesi. Ci prova Morelli dalla distanza senza fortuna e i lupacchiotti si affidano ai calci da fermo che non sortiscono però gli effetti sperati. E’ sbagliato l’approccio alla gara dei silani, che concentrano le loro azioni nella zona nevralgica del campo sfruttando poco le corsi esterne, lasciate spesso scoperte dagli ospiti. Nella ripresa cresce Carbonaro e con lui tutta la squadra che alza il baricentro e mette in difficoltà gli uomini di Cazzarò. Al 62′ arriva la svolta. Palla lunga per Le Piane che da posizione defilata mette in mezzo per Volpe. Il fantasista la gira sul secondo palo e Rossi in scivolata segna la rete che caccia via la paura. Entra anche Perna ed è decisivo. L’attaccante prima conduce una azione personale e serve a Le Piane il pallone che vale il raddoppio. Poi chiude i conti su assist del compagno di reparto che ricambia il favore. Termina con le braccia al cielo e l’esultanza sotto gli occhi del vecchio staff. Un abbraccio simbolico che la dice lunga su quello che è accaduto a Cosenza. La squadra forgiata dal presidente Candelieri e dai suoi uomini di fiducia ha riconosciuto pubblicamente la gratitudine a chi li ha condotti ad una vittoria speciale. I lupacchiotti sono alla fase nazionale e il merito del successo va a loro e a chi ha permesso al Cosenza di avere un settore giovanle di grandissimo spessore.
LA FESTA E LE LACRIME: I giocatori lanciano le maglie, stappano lo spumante e festeggiano in campo davanti ad una cornice di pubblico spettacolare, accesa dai fumogeni e dalle giocate dei giovani rossoblù. Sulla collinetta, Trocini e Ciardullo trattengono a stento le lacrime e Candelieri è felice perchè sente ancora sua la creatura. E’ paradossale ciò che è acccaduto. La festa della squadra infatti proseguirà con chi ha dato vita ad una macchina perfetta, frenata solo da giochi che poco hanno a che vedere con chi ha costruito calcio e con chi va nel rettangolo verde per vincere. Al presidente Candelieri è toccata una lunga serie di strette di mano e di abbracci con i genitori dei ragazzi e dei tifosi che hanno reso omaggio al “papà” del gruppo. Strano ma vero, a Cosenza succede anche questo. La riconoscenza non serve a mettere trofei in bacheca ma lascia nella testa della gente il ricordo di chi fa sport a livelli seri, mettendo le qualità umane prima del gioco e l’aggregazione sociale avanti ai premi. Complimenti. (c. c.)

Il tabellino:
COSENZA: Fabiano, Rossi, Pellegrino, Rino, Marchio, Rocca, Morelli E., Carbonaro, Magarò (61′ Perna), Volpe (90′ Fiorita), Le Piane (88′ Novello). A disp.: Puterio, Montagnese, De Luca, Pansera. All.: Florio
TARANTO: Monopoli, Capuano (74′ Giannicco), Cavallera, Capussela, Pellegrini, Recchia M., Pasquale, Alagni (68′ Recchia S.), Giubetti, Carbone, Cimino. A disp.: Di Canio, Giannicco, Recchia S.. All.: Cazzarò
ARBITRO: Federico Longo di Paola
MARCATORI: 62′ Rossi, 82′ Le Piane, 84′ Perna
NOTE: Spettatori circa 200. Presenti anche l’ex staff del settore giovanile del Cosenza formato dal presidente Candelieri, dal ds Ciardullo e dal tecnico Trocini. Ammoniti: Marchio (C), Carbonaro (C), Giubetti (T). Angoli: 4-2 per il Cosenza. Rec: 2′ pt, 4’st.

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it