Tutte 728×90
Tutte 728×90

Niente sconti per Mosciaro. Salterà Acr Messina-Cosenza

Niente sconti per Mosciaro. Salterà Acr Messina-Cosenza

Il Giudice Sportivo gli ha inflitto due giornate di squalifica che dimezzano il potenziale offensivo dei rossoblù contro il Licata e in casa della capolista. Un turno anche capitan Parisi.
mosciaro mani in testaManolo Mosciaro non sarà disponibile per la gara cruciale del 21 aprile a Licata (foto mannarino)Gianluca Gagliardi sarà costretto a giocare in casa della capolista Acr Messina senza il suo bomber. Non bastava aver perso già Biccio Arcidiacono per le note vicende, domenica è arrivata la mazzata tremenda del rosso per Mosciaro, che nei fatti dimezza il potenziale offensivo dei rossoblù. Colpa di una direzione vergognosa di Diomaiuta di Albano Laziale e del suo assistente Zanella. Il Giudice Sportivo questa mattina ha inflitto due giornate al capocannoniere della D che non scenderà in campo né contro il Licata, ne il 21 aprile al San Filippo.  La motivazione, si legge nel referto arbitrale è “Per aver rivolto ad un Assistente Arbitrale frase ingiuriosa”. Quindi né più, né meno di ciò che già si sapeva. Confermata anche l’insussistenza di Guarascio e Quaglio in termini di peso politico. Un turno anche al difensore dei Lupi Parisi. Ecco tutti gli altri provvedimenti.

AMMENDE SOCIETA’:
Euro 2.500,00 e diffida PALAZZOLO Per avere, al termine della gara, persone non identificate ma chiaramente riconducibili alla società ed indebitamente presenti nel sottopassaggio che conduce agli spogliatoi, “spintonato” minacciosamente un calciatore della squadra avversaria. Una di dette persone, di fronte alla reazione del calciatore, colpiva quest’ultimo con un violento calcio al costato facendolo cadere al suolo. L’ulteriore reazione del calciatore colpito determinava una vera e propria rissa che vedeva coinvolto anche un calciatore della squadra ospitante. Soltanto l’intervento delle Forze dell’Ordine riusciva, con notevole difficoltà, a ripristinare l’ordine.
Euro 600,00 CAVESE Per avere propri sostenitori acceso nel proprio settore e lanciato nel recinto di gioco numerosi fumogeni. Sanzione così determinata in considerazione della idoneità del materiale pirotecnico utilizzato a cagionare danni alla integrità fisica dei presenti.

ALLENATORI:
SQUALIFICA PER DUE GARE
ACETO ANTONIO (COSENZA) Per avere rivolto ad un A.A. espressioni gravemente offensive, allontanato
PIDATELLA ORAZIO (PALAZZOLO) Per avere al termine della gara, protestato nei confronti del Direttore di gara con termini gravemente irriguardosi

CALCIATORI:
SQUALIFICA PER QUATTRO
PIGNATTA LUCIANO ARIEL (NOTO) Per avere, al termine della gara, in reazione a comportamento violento di alcune persone non identificate ma chiaramente riconducibili alla società ospitante, dapprima colpito con una manata al volto una di dette persone e, poco dopo, raggiunto con calci e pugni al corpo ed al viso tre sostenitori della squadra ospitante contribuendo con la sua condotta a determinare una vera e propria rissa.
SQUALIFICA PER TRE GARE
MIRAGLIA ROSARIO (PALAZZOLO) Al termine della gara, intervenendo in una rissa che vedeva coinvolti sostenitori della propria squadra ed un calciatore della squadra avversaria, colpiva quest’ultimo con una manata al volto e con violenti spintoni. Nella circostanza rivolgeva all’Arbitro espressioni dal contenuto gravemente irriguardoso.
SQUALIFICA PER DUE GARE
MOSCIARO MANOLO (COSENZA) Per aver rivolto ad un Assistente Arbitrale frase ingiuriosa
SQUALIFICA PER UNA GARA
SOSERO SALVATORE (AGROPOLI)Per intervento falloso su un avversario lanciato a rete senza ostacolo
DI MARCO DAVIDE GIUSEPPE (NISSA) Per intervento falloso su un avversario lanciato a rete senza ostacolo
RUSSO ANTONIO (SAMBIASE), PARISI ANIELLO (COSENZA), SEMPREVIVO MARCO (LICATA), MANGIAVILLANO CARLO ALBERTO (NISSA), TROIANO ALESSANDRO (NOTO), PERRICONE ALDO (PALAZZOLO), RUSSO SALVATORE (CAVESE).

Related posts