Tutte 728×90
Tutte 728×90

Gagliardi: “Il campionato non è chiuso” – VIDEO

Gagliardi: “Il campionato non è chiuso” – VIDEO

Il tecnico dei silani si complimenta con i suoi: “Gara perfetta, risultato giusto. Andremo al San Filippo per giocare una gara affascinante come può essere un Inter-Juventus”.
gagliardi ghigno
Il Messina trova il quindicesimo risultato utile consecutivo (i siciliani non perdono dalla gara del San Vito) e la situazione resta invariata. Gioia a metà per il Cosenza che si gode i tre punti contro il Licata ma sperava di essere, al termine di questa giornata, quantomeno a meno tre dalla vetta. E invece il Savoia si è svegliato troppo tardi confermando che non sempre le ciambelle riescono col buco. Purtroppo, quando ci si affida agli altri, non sempre le cose vanno come si spera. A fine gara questo il Gagliardi pensiero. “Dedico la vittoria ad un mio amico scomparso nei giorni scorsi, Federico Marano. Oggi i ragazzi sono stati esemplari. Avevamo preparato la gara nei minimi dettagli. Paonessa, Foderaro e tutta la squadra ha fatto quello che avevo chiesto. Questo dimostra quanto si applicano questi ragazzi in settimana. Abbiamo fatto sembrare la partita facile anche se il Licata è una squadra temibile. Le mie scelte? Ognuno si assume le proprie responsabilità. Oggi qualcuno si aspettava Marano o Franzese. Alla fine le scelte sono state altre e bastava poco per essere criticato. Quello che mi rammarica è vedere la classifica ed i gol presi, mi brucia un po’.”. Gagliardi a chi si lamenta e guarda al passato precisa. “Non abbiamo nulla su cui piangersi addosso. Bisogna finirla di guardarsi indietro e recriminare. Purtroppo paghiamo un organico incompleto rispetto ad altri. Ma siamo li a giocarcela a tre gare dalla fine. Preciso una cosa per onestà: la classifica rispecchia i reali valori del campionato”. Capitolo Messina. Mancherà Mosciaro ma il Foderaro di oggi lascia ben sperare. “Non amo parlare dei singoli. Noi siamo partiti ad inizio stagione con Guadalupi che non era nei nostri pensieri, poi abbiamo perso Arcidiacono. Senza dimenticare le assenze di oggi. E’ il collettivo che fa una squadra e che consente di essere in alto”. Sguardo al San Filippo con tre gare dal termine. “Cosenza-Messina ha valore al di là della classifica come può essere un Inter-Juventus. Il campionato non è chiuso. Siamo a meno cinque e domenica andremo serenamente in Sicilia a giocare la nostra partita. E poi, a chi mi ha offeso (probabile si riferisca al ds del Messina, Ferrigno. ndr), non voglio dare soddisfazioni di rispondere. Probabilmente hanno la coda di paglia. Io guardo la mia squadra e se mi dite cosa penso del Messina dico che stramerita il primo posto perché è una sqaudra quadrata, tosta e concede poco. Noi il mea culpa dovevamo farlo in tempi non sospetti”. E a chi crede che domenica ci sarà una festa solo giallorossa Gagliardi sottolinea. “Abbiamo l’obbligo di andare a Messina senza pensare a quello che potrà succedere. Andremo lì per vincere. Abbiamo i mezzi per vincere. In caso contrario faremo i complimenti ai siciliani”. Parola di un allenatore/tifoso, Gianluca Gagliardi.

Related posts