Tutte 728×90
Tutte 728×90

Brutium, un pareggio che non serve a nulla

Brutium, un pareggio che non serve a nulla

Contro il Fagnano è solo 1-1, ma i padroni di casa sbagliano un rigore sul gong. La corsa ai playoff si fa sempre più difficile, ma saranno decisive le prossime due partite.
entrata in campo brutiumLe speranze di disputare i playoff per la società dei ragazzi della Curva Nord sono poche
Alla Brutium Cosenza non riesce il colpaccio di espugnare il Comunale di Fagnano e portarsi così in piena zona playoff. La squadra di De Vincenti impatta per 1-1 contro una formazione ben messa in campo, aiutata forse più del dovuto da un arbitraggio apparso un po troppo casalingo. Un pareggio che non soddisfa nessuna delle due compaginie alla ricerca di punti preziosi per il raggiungimento dei rispettivi obiettivi. Gli ospiti partono subito alla grande rendendosi assoluti padroni del campo. Alla prima sortita del Fagnano però, la Brutium viene punita. Al 21′ un cross svirgolato di Grosso si insacca alle spalle di Scarnato e porta in vantaggio la formazione fagnanese. La Brutium non accusa per niente il colpo e continua a spingere il piede sull’acceleratore. Prima Corrao, poi Preite e infine Oiveto ci provano in tutte le salse ma il risultato rimane comunque in favore del Fagnano. Al ternmine della prima frazione di gioco la Brutium reclama anche un penalty per un fallo di mano non visto dal signor De Luca di Paola. Rientrati in campo per il secondo tempo la storia non cambia. La squadra della Curva Nord tiene il pallino del gioco ma rischia nuovamente di capitolare. In una classica azione di contropiede Palermo si ritrova a tu per tu con Scarnato ma l’estremo difensore bruzio riesce ad ipnotizzare l’attaccante avversario e sventare la minaccia. Gol sbagliato, gol subito e così finalmente gli ospiti trovano il varco giusto. A dieci minuti dal termine, Infusino mette in mezzo un cross basso, Daniele anticipa tutti e realizza il gol dell’1 a 1. Non paga, la Brutium si riversa tutta nella metà campo avversaria alla ricerca della zampata decisiva per risolvere il match in proprio favore. Zampata che però non arriva, anzi al 89′ un presunto atterramento di Scarnato su Palermo viene punito con il calcio di rigore. Lo stesso Palermo, non sfrutta il match-ball regalatogli dal direttore di gara e manda la sfera lontana dal palo. Adesso rimangono due partite contro il Rose City al Marchesino e l’ultima a Lattarico. Sei punti per sperare, sei punti per sognare. (Stefano Sicilia)

Il tabellino:
FAGNANO: Carpino, E. Cipolla, D. Gallo, G. Cipolla (84′ P. Gallo), Panda, Ruggiero (75′ De Rose), Madera, Grosso, Avolio (46′ Caparello), Palermo, Bellomusto. All.: Ruggiero
COSENZA: Scarnato, Vommaro (81′ F. De Rose), Scarlato, Di Maria (73′ Infusino), Ponzio, Bonofiglio, Preite, Esposito, Oliveto, Tomasi (46 ‘Daniele), Corrao. In panchina: Pucci, De Franco, Foggetti, Conforti. All.: De Vincenti
ARBITRO: De Luca di Paola
MARCATORI: 21′ Gross (F), 83′ Daniele (B)
NOTE: spettatori 150 di cui 80 ospiti.

Related posts