Tutte 728×90
Tutte 728×90

Ragazzi, non sarete soli… come quel giorno a Salerno

Ragazzi, non sarete soli… come quel giorno a Salerno

– l’editoriale di Piero Bria –
Venticinque anni fa ai tifosi del Cosenza fu impedito di andare al Vestuti e di gustarsi dal vivo il gol di Padovano. Allora la città si riunì a Piazza Fera, oggi lo farà nelle piazze virtuali.
eurogol di mosciaroL’eurogol di Mosciaro nel match di andata. Il bomber sarà il grande assente (foto mannarino)
Anni e anni fa, eppure sembra ieri, piazza Fera si colorava di rossoblù. Non c’era una promozione da festeggiare. Mancavano all’appello ancora alcuni punti. Il ritrovo fu deciso vista l’impossibilità di recarsi al Vestuti di Salerno per vedere il Cosenza. Fu una giornata memorabile e che, ancora oggi, in molti raccontano quasi fosse ieri. Invece sono passati venticinque anni, così come allora, quando dopo venticinque anni il Cosenza festeggiò la promozione in serie B. Tanti, troppi. Piazza Fera è rimasta, i tifosi anche (molti, però, disertano lo stadio). Quella che è cambiata è Cosenza ed il Cosenza. Nulla a che vedere con quegli anni. Certo, anche il calcio in generale, è finito in una centrifuga dove il colore sgargiante di anni fa è diventato un lontano ricordo. Eppure restano le emozioni. Quelle che una gara come Messina-Cosenza può regalare. I siciliani si giocano il primo match-ball. Il Cosenza, però, è forte di tre vittorie negli ultimi tre precedenti (tutti al San Vito). Il clima al San Filippo sarà molto caldo con Lo Monaco (proprietario) e Ferrigno (direttore sportivo) che si ritroveranno di fronte Fiore e Gagliardi. Ossia la massima espressione della cosentinità. L’unica possibile in terra siciliana oltre a quella di alcuni giocatori in campo. Questo a causa del divieto, per motivi di ordine pubblico, che non consentirà ai tifosi silani di seguire la loro squadra del cuore. Ma il Cosenza non sarà da solo. Anche se da lontano ci saranno tanti cuori pronti a battere per Parisi e compagni. Questa volta, probabilmente, non saranno a piazza Fera. Ma, di sicuro, da casa si riaccenderanno le radioline con la speranza di rivivere emozioni che resteranno per sempre indelebili nel nostro cuore.

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it