Tutte 728×90
Tutte 728×90

Sogno Brutium, i playoff sono a portata di mano

Sogno Brutium, i playoff sono a portata di mano

Dopo la festa per i 10 anni della Curva Nord e il 3-1 sul Rose City, rossoblù al quinto posto. Sarà decisivo il match di domenica prossima in casa del Lattarico, in pratica fuori dai giochi.
striscione per brutium da toloneLo striscione confezionato dai fan del Tolone per la Curva Nord e per la Brutium Cosenza
Tre punti pesanti quelli conquistati dalla Brutium nell’ultimo match casalingo contro il Rose City. Una vittoria che, a 90′ dalla conclusione della regular season, proietta la squadra di De Vincenti al quinto posto in condominio con il Buonvicino. La situazione nella parte alta della classifica è quasi completata. Il S.Agata d’Esaro è già sicuro di giocare il prossimo anno in Prima Categoria, ai play-off accedono S.Maria del Cedro, Guaranum e Mendicino e solo una tra Brutium, Buonvicino e Lattarico. E scherzo del calendario, proprio domenica prossima i cosentini andranno a far visita al Lattarico mentre il Buonvicino affronterà un tranquillo S.Agata. Le ipotesi sono tante, ma va considerato che con la scontata vittoria del S. Maria del Cedro sull’ultima della classe, il Lattarico sarebbe automaticamente fuori dai giochi a causa del distacco accumulato (con 10 punti tra seconda e quinta niente spareggi, ndr). CRONACA. Nonostante il risultato abbia sorriso ai lupacchiotti, la gara ha creato non pochi grattacapi alla Brutium. Gli ospiti passano in vantaggio nelle prime battute dell’incontro con una zampata di Presta che al 12′ infila la palla in fondo alla rete. In campo gli ospiti sembrano più tranquilli e gestiscono bene il gioco senza sprecare nulla. Dall’altra parte la Brutium sa che l’unico obiettivo è la vittoria senza la quale avrebbe potuto dire addio a sogni di promozione. Subito il gol a freddo, i padroni di casa rispondono con Daniele che colpisce il legno dopo un’azione ben congeniata. La squadra di mister Lupinacci, scampato il pericolo riesce a gestire il match e chiudere la prima frazione di gioco in proprio favore. Negli spogliatori De Vincenti striglia i suoi a dovere e nel secondo tempo la Brutium cambia volto. Al 51′ il mister effettua due cambi che alla fine si riveleranno decisivi: Tomasi e Oliveto prendono il posto di Esposito e Sammarco per una Brutium a trazione anteriore. I lupacchiotti si riversano nell’area avversaria chiudendo ogni spazio agli avversari. La Brutium sa che è il momento di spingere e affondare il colpo. Il pareggio è nell’aria e si concretizza al 70′ quando Daniele ben servito da un traversone di De Rose F. riporta in carreggiata i suoi. La squadra c’è, è viva e si vede. Il tempo di riportare il pallone a centrocampo che i padroni di casa continuano con il pressing asfissiante. Al 78′ sale in cattedra il neo entrato Tomasi. Fa tutto da solo: parte dalla sinistra, salta l’uomo e supera con un diagonale l’estremo difensore avversario. È 2-1 e il Marchesino esplode di gioia. Il Rose City come è giusto che sia, non demorde e tenta di ristabilire la parità. A 5′ dal termine scorre un brivido freddo sulla schiena dei cosentini. Orrico calcia a botta sicura ma sulla linea un immenso Ponzio si sostituisce a Scarnato mandando la palla in calcio d’angolo. Gol sbagliato, gol subito. E come nelle migliori tradizioni dal corner seguente nasce la terza marcatura bruzia. Il giovane Scarlato parte dalla propria area di rigore, salta quattro uomini, arriva sul fondo, dribbla il terzino e di piatto serve l’assist ad Oliveto che chiude i conti. È una vittoria importante non solo per la classifica. I tre punti sono arrivati infatti, all’indomani della festa dei 10 anni che la Curva Nord ha festeggiato nel centro storico di Rende. Una decade che ha visto il Gruppo macinare kilometri in giro per l’Italia, dagli stadi della Serie B ai pur dignitosi campetti del comprensorio cittadino. Per l’occasione ospiti d’eccezione gli Irreductibles Toulon arrivati in massa in città per trascorrere un week-end tipicamente bruzio. Il legame tra francesi e cosentine risale ai tempi della cadetteria quando, soprattutto grazie all’intermediazione dei genoani ci furono I primi incontri in Liguria e Calabria. (Stefano Sicilia)

Il tabellino:
BRUTIUM COSENZA: Scarnato, Scarlato, Infusino, De rose F., Ponzio, Bonofiglio, Preite, Esposito (51′ Tomasi), Di Maria, Foggetti, Daniele, Sammarco (51′ Oliveto). A disp.: Pucci, Corrao, Conforti, Formica. All.: De Vincenti
ROSE CITY: Bria, Mirabelli, De Rose, Pellicori, Nocito, Perri, Munno (20′ Priolo), Di Biase, Pozzo (67′ Orrico), Pignataro, Presta. A disp.: Talarico, Gallo, Chiappetta, Crocco,Smeriglio. All.: Lupinacci
ARBITRO: Signorelli di Paola
MARCATORI: 12′ Presta (RC), 70′ Daniele (BC), 78′ Tomasi (BC), 84′ Oliveto (BC)
NOTE: Spettatori circa 300 di cui una folta rappresentanza dei francesi del Tolone. Espulso al 85′ Pellicori (RC) per doppia ammonizione. Ammoniti: De Rose F. (BC), Mirabelli (RC), Priolo (RC), De Rose (RC). Angoli: 3-1 per la Brutium. Recupero: 0′ pt – 5′ st

Related posts