Tutte 728×90
Tutte 728×90

Tra svincoli automatici e “108”, ecco la situazione del Cosenza al 30 giugno

Tra svincoli automatici e “108”, ecco la situazione del Cosenza al 30 giugno

Potenzialmente tutti i calciatori over sarebbero liberi con l’articolo “32”. I prodotti della cantera rossoblù tuttavia non hanno richiesto il famigerato modulo.
benincasa in tackle al sanfilippoBenincasa è tra coloro che potrà sfruttare l’articolo “32” dopo il 30 giugno (foto shartella)
La Serie D è un campionato (semi)dilettantisico e in quanto tale è molto difficile per un club, da un punto di vista sindacale, tutelarsi a lunga gittata dinanzi ad un calciatore intenzionato a cambiare casacca a fine torneo. Esistono due tipologie di articoli previsti dalle Noif, che consentono agli atleti italiani di svincolarsi a stagione conclusa. Per i tesserati under 25 c’è il “108”, per gli altri il “32”. Lo spogliatoio del Cosenza non fa eccezione e al 30 giugno, come del resto è avvenuto anche un anno fa, ognuno farà le proprie valutazioni. In molti vogliono restare al San Vito, ma servirebbe maggiore decisionismo da parte del presidente Guarascio che, fino a ieri sera, era fermo alla metà della quinta mensilità. A dieci giorni dal termine del campionato, pertanto, mancano per completare i pagamenti cinque mesi e mezzo, che però l’organico ha accettato di dilazionare al 31 agosto. Ad ogni modo, è usanza largamente diffusa che alla firma del contratto, venga consegnato su esplicita richiesta anche il modello di svincolo in base alle esigenze del singolo. I silani, non fanno eccezione. Toccherà al patron e a chi guiderà l’area tecnica contrattare poi da capo in un deja-vu di luglio 2012.
ARTICOLO 108. Sono già in possesso del proprio “108” (che ha validità quando viene firmato da un rappresentante legale del sodalizio) Parenti, Bruno, Scigliano, Straface, Pesce, Cutrupi e Cavallaro, mentre Liotti e Salvo Arcidiacono torneranno al Catania per fine prestito. Gassama vanta uno status di extracomunitario e sarà libero di decidere da sé se restare o guardarsi intorno. Discorso differente per i prodotti della cantera rossoblù che hanno scelto di legarsi al club. Filidoro, Salvino, Piromallo, Reda, Franzese, Le Piane e De Cicco possono considerarsi a tutti gli effetti patrimonio della società.
ARTICOLO 32. La vita è più semplice per chi ha già compiuto 25 anni: se in carriera ha già spedito una normalissima raccomandata con l’articolo “32” in Lega, il procedimento diventa automatico alla fine di ogni stagione disputata in Serie D. In base a ciò Parisi, Benincasa, Paonessa, Guadalupi, Marano, Fiore e Foderaro non hanno problemi. Singolare la posizione di Mosciaro: l’anno scorso non inviò nulla in Lega restando un calciatore dei Lupi. Se vorrà cimentarsi altrove, dovrà imbucare una lettera. Per la prima volta in carriera, infine, Sicignano e Pietro Arcidiacono avranno l’occasione di sfruttare il “32” per vagliare offerte provenienti da altre squadre: il difensore è nato il tre febbraio, Biccio il ventuno maggio. (Luigi Brasi)

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it