Tutte 728×90
Tutte 728×90

Gagliardi come Toscano: “Questa squadra merita la Lega Pro”

Gagliardi come Toscano: “Questa squadra merita la Lega Pro”

Il tecnico con il decimo successo in trasferta raggiunge l’ex allenatore dei record oggi alla Ternana. Sul suo futuro non si sbilancia e ringrazia chi oggi non era presente come Arcidiacono.
punizione mosciaro a savoiaUn punizione di Mosciaro nel match di Torre Annunziata (foto Nastro/Caracciolo – solosavoia.it)Decima vittoria stagionale in trasferta per il Cosenza di Gianluca Gagliardi. Quest’ultimo entra di fatto nella storia del club avendo raggiunto l’ex allenatore Domenico Toscano, oggi in panchina a Terni, che riuscì a centrare la doppia cifra di vittorie lontano dal San Vito. A fine gara questo il commento del tecnico silano Gagliardi. “Il risultato roboante è stato deciso anche dall’espulsione di un giocatore del Savoia. Oggi abbiamo giocato a calcio, come capita poche volte in questa categoria, e faccio i miei complimenti al Savoia al di là dei risultati. Abbiamo creato tanto e, alla fine, potevamo fare anche altri gol. Ma va bene così”.
Poi un passo indietro sull’esultanza di Parenti che ha indispettito il pubblico di casa. “Il giocatore in questione vive in maniera passionale le gare da buon toscano. Poteva sembrare una mancanza di rispetto ma vi assicuro che non è così. Avevamo studiato il gol che poi è arrivato ed ha esultato venendo verso di me. A volte il lavoro viene ripagato”.
A chi gli chiede di prevedere il suo futuro Gagliardi afferma. “A me interessa solo il bene del Cosenza, qualsiasi siano le decisioni della società. Sono un allenatore come tanti altri che sono passati da qui. Quello che dispiace che si poteva programmare in maniera serena e, lasciatemelo dire, questa squadra meritava di essere nei professionisti già ora. Sono entusiasta di allenare questo gruppo. Fare così tanti punti è un segnale importante dal quale ripartite. Alcuni pensano che la sconfitta in casa contro la Vibonese sia stata determinante. Io credo invece che fa il paio con le dieci vittorie in trasferta. Il Messina è andato forte ma noi, a differenza loro, non avevamo i cambi giusti capaci di farci rifiatare o di portare a casa un pari che, probabilmente, oggi sarebbe stato determinante”.
Poi un ringraziamento. “Voglio ricordare e ringraziare gli assenti che ci hanno dato una grande mano in questa stagione. A partire dai fratelli Arcidiacono fino a Le Piane e chi oggi non era qui”. Chiusura con stoccatina alla Lega Nazionale Dilettanti. “Il campionato di Serie D è un campionato bistrattato. Un campionato che offende la storia di società che, visto questo regolamento, non hanno la possibilità di risollevarsi visto che solo le prime hanno la certezza di essere promosse. Andare ai play-off non è servito a nulla l’anno scorso ed è stato assurdo. Che senso ha farli? In Lega Pro poi quando utilizzi gli under ti pagano. Nei dilettanti non hai premi o comunque non vieni spronato e questo a lungo andare diventa deleterio per la società, soprattutto per quelle nobili decadute la cui storia va rispettata”. Firmato Gianluca Gagliardi. (Marcello Ruopolo)

Related posts