Pallavolo

Pallavolo, la DeSetaCasa non si ferma più: 3-2 al Martina

Nell’ultimo match casalingo della stagione pubblico e compagni salutano Piluso che si ritirerà a fine stagione. Sul parquret, un’altra grande prestazione da parte della squadra rossoblù.
piluso desetacasaokLo storico capitano della DeSetaCasa Alessandro Piluso durante un tie-break (foto rosito)
Una giornata bellissima, da ricordare e conservare nel diario indelebile del proprio cuore. Tante emozioni per tutti ma soprattutto per un giocatore in particolare: il capitano Alessandro Piluso probabilmente alla sua ultima stagione in carriera. Lo striscione esibito sin tribuna è eloquente (“un giocatore lo vedi dal oraggio, dall’altruismo, dalla fantasia. Grazie Capitano”), ma da brividi è l’applauso scrosciante al suo rientro in campo nel quinto set ed il coro finale dedicatogli da tutto il pubblico. “Un capitano, c’è solo un capitano!”. Segno tangibile di smisurata riconoscenza per un ragazzo che ha dato (e darà sempre) l’anima per questa maglia. Qualche lacrimuccia è scappata anche ad un gigante come lui. Detto ciò, gli uomini di Maranoe LoBianco erano chiamati a salutare i propri tifosi sotto le luci del “PalaFerraro” e lo hanno fatto nel migliore dei modi regalando al proprio pubblico una vittoria bella ma sofferta. Un po’ la fotografia della stagione appena conclusa e vissuta intensamente: Cosenza batte Martina al tie-break per 3-2. Un match tutto sommato equilibrato,combattuto e pepato da alcune decisioni arbitrali discutibili. Dopo uno smarrimento nel secondo e terzo set Cosenza ha sostanzialmente condotto la gara: Di Fino e Galabinov (44 punti in due) si sono confermate due bocche di fuoco immarcabili, Malluzzo ha fornito il suo cocktail di tecnica ed esperienza, bene anche Andropoli, Muccio e Smiriglia.Infine spazio a giocatori che,durante tutto l’arco del campionato, sono stati impiegati con il contagocce: Spadafora,Piluso e Colarusso. Cosenza centra la settima vittoria in otto gare e sabato prossimo chiuderà a Gaeta la regular season. Ma si pensa già alla prossima stagione. CRONACA. I Lupi di coach Marano partono con Colarusso e Di Fino in diagonale; Malluzzo e Galabinov laterali; Muccio e Smiriglia al centro con De Marco libero. Martina risponde con Massafra al posto di Passaro a completare la diagonale con Nitti; D’Amico e Giorgio al centro; Fanuli e Lo Re di banda con Rinaldi libero. Nel primo set parte subito a razzo la formazione di casa: Di Fino e Galabinov passano e Cosenza va subito sul 5-0 costringendo Martina al primo time out dell’incontro. I Lupi mantengono dietro i pugliesi e vanno al primo tecnico sull’8-3. La DeSetaCasa Cosenza è inarrestabile e fa soffrire i ricettori ospiti. Malluzzo e soci costruiscono un vantaggio cospicuo e vanno al secondo recnico sul16-6 con l’attacco out di Nitti. Spadafora subentra a Muccio, mentre capitan Piluso prende il posto di Smiriglia. Galabinov punge e Piluso realizza il primo tempo che chiude il set sul 25-13. Il secondo game inizia con le squadre che giocano punto a punto. Colarusso mura Fanuli per il 5-3 Cosenza, poi i pugliesi recuperano. Al primo tecnico Cosenza è avanti 8-7 (bella diagonale da posto due di Galabinov), poi i silani si deconcentrano e subiscono aggancio e sorpasso dei biancoazzurri tarantini che passano a condurre 8-11. Al secondo tempo tecnico Martina è sull’11-16, poi Cosenza tenta di rientrare in corsa e Malluzzo trova un ace su Lo Re. Andropoli, subentrato nel frattempo a Colarusso, cerca di dare freschezza agli attaccanti bruzi, ma è sempre Martina a gestire il gioco. D’Amico sfrutta un disimpegno errato a muro dei cosentini e realizza il punto del 14-21,poi Cosenza ottiene il cambio palla ed entra in fase break. I Lupi costringono gli ospiti a fermare il gioco con un time out discrezionale. Smiriglia passa dal centro e Galabinov realizza in pipe il 20-24, poi il centrale coriglianese sbaglia al servizio e dà il set ai pugliesi. Nel terzo parziale le due squadre partono giocando molto sul cambio palla, poi Martina ingrana la marcia e va al primo tecnico sul 4-8 (attacco vincente di Lo Re). Cosenza prova a recuperare senza mai, però, trovare il break decisivo. Andropoli entra ancora su Colarusso e Cosenza, pian piano, riesce a recuperare qualche punticino. Di Fino e Galabinov portano la DeSetaCasa sul 12-15, ma una doppia fischiata ad Andropoli manda Martina al secondo tecnico sul12-16. La DeSetaCasa trova lo scatto d’orgoglio e riesce a recuperare il punteggio (19-19 dopo un grande attacco di Malluzzo prima e 21-21 poi), ma Martina mantiene il sangue freddo e chiude il set sul 23-25. Nel quarto set la DeSetaCasa comincia soffrendo (8-6 con Malluzzo in attacco), poi prende il largo. I Lupi sono inarrestabili ed al secondo tecnico vanno grazie al mani out di Galabinov. Malluzzo, ancora Galabinov, Di Fino ed il muro bruzio sono devastanti e Cosenza chiude sul 25-17 con un primo tempo di Smiriglia. Al tie break Cosenza è decisa e mette alle corde l’avversario dalle prime battute. 10-4 è un parziale impietoso. Galabinov e Di Fino trovano un ace ciascuno , Muccio controlla a muro gli avversari e Cosenza chiude sul 15-5. (Pasquale Marzocchi)

Il tabellino:
DESETACASA COSENZA-PALLAVOLO MARTINA 3-2
(25-13; 20-25; 23-25; 25-17; 15-5)
Durata set: 21′; 26′; 30′; 25′; 11′. Totale: 1 h 53′ .
DESETACASA COSENZA: Andropoli 3; Malluzzo 11; Garofalo n.e.; Di Fino 17; Muccio 10; Piluso 1; Galabinov 27; Perri n.e. ; Smiriglia 9; Colarusso 1; Spadafora 1; De Marco (L1); Rizzuto (L2). Allenatori: Fabrizio Marano; Gaetano Lo Bianco.
Ace: 4; Battute sbagliate: 15; Muri punto: 17
PALLAVOLO MARTINA: D’Amico 10; Massafra 1; Giorgio 7; Lo Re 8; Passaro n.e.; Ceppaglia n.e. ; Fanuli 11; Nitti 14; Rinaldi (L). Allenatore: Giuseppe Spinelli.
Ace: 4; Battute sbagliate: 5; Muri punto: 3
ARBITRI: Stanislao Supino (Caserta); Flavio Guarino (Caserta).
NOTE: Spettatori: 300 circa.

Mostra altro

Redazione Cosenza Channel

Cosenza Channel è una testata giornalista nata nel 2008 con l’idea di occuparsi principalmente delle notizie sul Cosenza Calcio. Il successo conseguito sin dai primi anni ha permesso alla testata di avviare una collaborazione televisiva per mandare in onda un format che parlasse di calcio, in particolare dei Lupi e poi delle altre squadre calabresi. La svolta arriva nel 2016, quando la redazione amplia i contenuti del portale d’informazione, pubblicando notizie di attualità. Il 5 settembre 2019 Cosenza Channel si trasforma completamente. Nuova grafica, contenuti esclusivi, con l’obiettivo di crescere e rendere un servizio informativo sempre più attendibile e di qualità.

Articoli correlati

Back to top button
error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it
Close

Adblock Rilevato

Supporta Cosenzachannel.it, disabilita il tuo Adblock per la nostra pagina