Tutte 728×90
Tutte 728×90

Parisi: “Vorrei essere io il capitano del Cosenza il 24 febbraio 2014”

Parisi: “Vorrei essere io il capitano del Cosenza il 24 febbraio 2014”

Il difensore rossoblù oggi è subentrato nel secondo tempo per mettere al servizio dei compagni la sua esperienza quando gli animi in campo si erano surriscaldati. “Rammarico per la classifica”.
ingresso savoia-csL’ingresso in campo delle due squadre al Giraud (foto Nastro/Caracciolo – solosavoia.it)
Aniello Parisi è partito dalla panchina dopo che in settimana aveva accusato un po’ di febbre. Al suo posto ha giocato Parenti che è riuscito anche a centrale il bersaglio. Nella ripresa, tuttavia, quando gli animi in campo iniziavano a riscaldarsi, Gagliardi ha deciso di buttare nella mischia il capitano di mille battaglie al posto di Guadalupi. “C’è grande rammarico per quanto concerne la classifica – ha detto Nello – Siamo a pochi punti dalla capolista Messina e questo dimostra quanto sia stato positivo il nostro cammino. Avremmo potuto vincere noi il campionato, ma la storia è andata diversamente”. Adesso il Cosenza, dopo l’impegno con il Ragusa di domenica prossima, giocherà i playoff. “Li disputeremo al massimo, al pari di ogni match disputato. Vogliamo ripetere il successo dello scorso torneo sperando che dalla Figc arrivino novità positive sulle ammissioni in Seconda Divisione”. Il contributo dato dal difensore è stato altissimo nel corso della stagione, tanto da risultare spesso uno dei migliori del reparto arretrato. “Non nascondo che spero in una riconferma. Mi piacerebbe essere il capitano della squadra quando il 24 febbraio del 2014 ci saranno i festeggiamenti per il centenario”. Non ha mai nascostodi essere un tifoso acquisito dei Lupi e Parisi merita di indossare la fascia quel giorno… (Luca Sini)

Related posts