Tutte 728×90
Tutte 728×90

Fiore: “Guarascio? I suoi tempi non si sposano con quelli del calcio”

Fiore: “Guarascio? I suoi tempi non si sposano con quelli del calcio”

Il direttore dell’area tecnica della Nuova Cosenza è intervenuto su Radio Sound precisando: “Alcuni sostengono che a Cosenza arrivare secondi è una sconfitta. A questa gente che si pavoneggia in televisione consiglio di evitare di commentare quello che non gli compete. In tutto questo tempo ho preferito stare zitto visto che la gente sa come sono stati vinti i campionati negli anni addietro”.
striscione noemiLo striscione dedicato dal gruppo Amantea Ovunque alla piccola Noemi (foto mannarinio)Terminata la regular season il Cosenza deve concentrarsi sin da oggi sui Play-Off. Saranno questi a dire se la squadra di Gagliardi potrà, o meno, festeggiare la promozione nei professionisti. Tra una settimana, infatti, il San Vito sarà il palcoscenico dell’ennesima battaglia di Mosciaro e compagni. Ben diversa da quella odierna. Ma facciamo un passo indietro. Oggi con la gara contro il Ragusa si è chiusa la stagione regolare. Applausi dei pochi spettatori presenti per un gruppo di calciatori capaci di conquistare 73 punti e chiudere ad un tiro di schioppo dal Messina. Ora bisognerà programmare il futuro, ancor prima di disputare i play-off. E l’aspetto societario è quello che preoccupa maggiormente visto che gli impegni che si dovranno prendere in futuro saranno importanti (economicamente parlando).
Su questi aspetti e non solo sono intervenuti su Radio Sound il direttore dell’area tecnica, Stefano Fiore, insieme al suo braccio destro, l’avvocato Aristide Leonetti. Tra le domande delle conduttrice Patrizia De Napoli e degli ascoltari, Fiore è stato incalzato su più punti.
Capitolo calcio giocato. “Consentitemi innanzitutto di ringraziare i tifosi e non solo per lo striscione dedicato alla nascita della mia seconda figlia, Noemi. Detto questo il campo ha sentenziato che questa squadra è arrivata seconda anche se, seconda non lo è a nessuno. Alcuni sostengono che a Cosenza arrivare secondi è una sconfitta. A questa gente che si pavoneggia in televisione consiglio di evitare di commentare quello che non gli compete. In tutto questo tempo ho preferito stare zitto visto che la gente sa come sono stati vinti i campionati negli anni addietro. Io lavoro come ho fatto in questi due anni e lo faccio con umiltà e consapevole dei miei limiti”.
Sulla dichiarazione di Guarascio che ha parlato di nuovi imprenditori interessati ad entrare in società, Fiore risponde. “Bene, mi rallegra. Se ci sono degli imprenditori realmente interessati vuol dire che probabilmente si potrà creare una società solida visto che questa è la base su cui costruire un progetto tecnico. Qualora ci siano i presupposti credo che non ci siano problemi a sederci intorno ad un tavolo e programmare. Non mi sono mai indietro quando è stato il momento di affrontare discorsi serie e per il bene del Cosenza”.
Sul rapporto con Guarascio precisa. “Non abbiamo parlato di futuro. Il presidente ha i suoi tempi e purtroppo non vanno bene nel mondo del calcio. Per carità è il proprietario, mette lui i soldi…anche qui con i suoi tempi purtroppo. E’ vero, sono scoppiato ad un certo punto. Però credo sia innegabile che ho cercato di parlare a più riprese col presidente ma non sono stato seguito. E’ difficile dialogare con Guarascio. Ahimè, arrivando da un altro mondo fa fatica a capire che i tempi, in ambito calcistico, sono stretti”. (m.m.)

Related posts