Tutte 728×90
Tutte 728×90

Giudice Sportivo: Casertana a Cosenza senza Ruscio

Giudice Sportivo: Casertana a Cosenza senza Ruscio

I falchetti domenica giocheranno senza il loro centrocampista più esperto. Per i Lupi invece, altri due calciatori in diffida: Cavallaro e Pesce. Multa di 400 euro a Viale Magna Grecia
Arbitro squalifiche
Il Giudice Sportivo, Notaio Francesco Riccio, assistito dal rappresentante dell’A.I.A., Prof. Antonio Sauro e dall’addetta alla Segreteria Sig.ra Barbara Teti, nella seduta del 16 maggio 2013, ha adottato una serie di decisioni che riguardano da vicino la Casertana. I falchetti domenica sera giocheranno al San Vito senza Ruscio, il loro centrocampista più esperto. Per i Lupi, vanno in diffida anche Cavallaro e Pesce. Lo erano già Fiore e Parisi. Ecco tutti i provvedimenti.

AMMENDA SOCIETA’:
Euro 3.000,00 LECCO
Per avere propri sostenitori in campo avverso: prima dell’inizio della gara, lanciato sul terreno di gioco 2 fumogeni accesi determinando un ritardo di circa 2 minuti all’inizio della gara; al 10o minuto del primo tempo lanciato un petardo che, esploso a circa 1 metro di distanza dall’A.A., cagionava al medesimo momentaneo stordimento tanto da costringere l’Arbitro ad interrompere la gara per circa 1 minuto; nel corso del secondo tempo: lanciato, al 70o minuto, sul terreno di gioco una catena di ferro con lucchetto (il tutto del peso di circa 2 kg) che cadeva a circa 1 metro di distanza dall’A.A. e costringeva l’Arbitro ad interrompere la gara per consentirne la rimozione ad opera dei Carabinieri presenti; lanciato sul terreno di gioco 6 bottiglie di birra (alcune semipiene), due delle quali sfioravano la persona dell’A.A., e 3 petardi che esplodevano a circa 1 metro di distanza dello stesso Ufficiale di gara; per l’intera durata della gara, fatto oggetto entrambe gli A.A. di pesanti e triviali insulti, nonché del lancio di numerosissimi sputi alcuni dei quali attingevano alla schiena ed al collo uno dei due Ufficiali di gara; tentato, con calci e pugni, di sfondare i cancelli e le barriere poste a protezione del terreno di gioco. Sanzione così determinata sia dalla estrema gravità del comportamento dei sostenitori della squadra ospitata, del tutto incompatibile con i principi che soprintendono ogni attività sportiva, sia della particolare pericolosità del materiale pirotecnico e degli oggetti lanciati nei pressi degli A.A., idonei a cagionare gravi danni alla loro integrità fisica, sia della recidiva, specifica e reiterata, per i fatti di cui ai CU n.25, 30, 34, 37, 48, 63, 75, 95, 114, 120 e 156.
Euro 2.500,00 ATLETICO BP PRO PIACENZA
Per avere propri sostenitori, per gran parte della durata della gara, rivolto insulti ai componenti la Terna arbitrale; per avere, al termine della gara, alcune persone e tesserati non identificati, tutti comunque chiaramente riconducibili alla società , rivolto espressioni gravemente ingiuriose e minacciose all’indirizzo degli Ufficiali di gara e colpito con violenti pugni la porta del loro spogliatoio.
Euro 500,00 VIS PESARO
Per avere introdotto ed utilizzato materiale pirotecnico, ed in particolare 3 fumogeni, di cui 2 nel settore loro riservato ed 1 sul terreno di gioco.
Euro 400,00 COSENZA
Per avere introdotto ed utilizzato materiale pirotecnico, nel settore loro riservato (1 petardo e 2 fumogeni). 
Euro 300,00 SPOLETO
Per avere introdotto ed utilizzato materiale pirotecnico, (2 fumogeni) nel settore loro riservato. 

CALCIATORI:
SQUALIFICA PER QUATTRO GARE EFFETTIVE
MELCARNE
PAOLO (GELBISON) Per avere, a gioco in svolgimento ma senza alcuna possibilità di contendere il pallone, colpito con un pugno al volto un calciatore avversario, provocandogli fuoriuscita di sangue e rendendo necessario l’intervento dei sanitari. ( R A – R AA )
SQUALIFICA PER TRE GARE
CENTOFANTI F
ABIO (ATLETICO BP PRO PIACENZA) Per avere, al termine della gara durante il rientro negli spogliatoi, rivolto espressioni gravemente ingiuriose all’indirizzo dell’Arbitro e colpito, subito dopo, con violenti pugni la porta chiusa dello spogliatoio arbitrale. ( R A – R CdC )
QUALIFICA PER DUE GARE EFFETTIVE
MENEGAZZO
GIULIO (OLGINATESE) Per avere, con pallone lontano, colpito con un calcio un calciatore avversario. ( R A – R AA )
CASTIGLIA
DIEGO (SANTHIA CALCIO) Per avere, in azione di gioco, colpito un calciatore avversario con una gomitata al volto. ( R A – R AA )
COLICCHIO
UMBERTO (ATLETICO BP PRO PIACENZA) Per avere, durante il rientro negli spogliatoi al termine della gara, rivolto espressioni gravemente offensive all’indirizzo dell’Arbitro.
SQUALIFICA PER UNA GARA
IOVINE
ALESSIO (OLGINATESE), SCHETTINO MICHELE (VOLUNTAS CALCIO SPOLETO), SANTI LUCA (ATLETICO PRO PIACENZA), ALDEGANI MATTEO (LECCO), DI CEGLIE LEO (LECCO), RUSCIO GIOVANNI (VIBONESE), AGOSTINONE GIUSEPPE (FOGGIA), PECORA LUCA (GELBISON), POMO FEDERICO (LAVAGNESE), LUISI CARLO (MACERATESE), TOLEDO MACHADO ROBSON (PISTOIESE), BUGARO GIANLUCA (VIS PESARO), FALZONE ARIS (SPOLETO)

Related posts